MotoGP, GP Aragon 2015: DIRETTA LIVE. Vince Jorge Lorenzo, Valentino Rossi non riesce a sorpassare Pedrosa dopo un duello epico per il secondo posto!

Valentino-Rossi-Misano-2-FOTOCATTAGNI.jpg

GP di Aragon 2015: quintultimo atto della lunga ed appassionante lotta per il Mondiale MotoGP tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Lo spagnolo ha impressionato nel corso delle qualifiche, ma il ‘Dottore’, come spesso accade, potrebbe trovare risorse insperate per la gara. Il 36enne di Tavullia dovrà difendersi su una delle sue piste sfavorevoli, dove non è mai riuscito a vincere in carriera. Attenzione poi all’incognita Marc Marquez, vera mina vagante e arbitro della rassegna iridata. Seguite questa appassionante gara con la nostra Diretta Live testuale. Buon divertimento!

La griglia di partenza

Clicca F5 per aggiornare la pagina

 

Bellissima gara al Motorland di Aragona! Vince a mani basse Lorenzo, sfruttando anche un grave errore dell’ormai solito, istintivo Marquez. Duello epico per la seconda piazza tra Pedrosa e Rossi, che ha cercato in ogni modo di sorpassare lo spagnolo, non riuscendoci. Uno spettacolo fantastico comunque!
Quarto Iannone, quinto Dovizioso. Bravi. Purtroppo out Danilo Petrucci

23/23: Lorenzo vince meritatamente. A circa tre secondi Pedrosa che ha respinto i centocinquanta tentativi d’attacco perpetrati da uno scatenato Valentino Rossi.

22/23: Lorenzo ha fatto il suo perfettamente, non gli resta che impennare sul traguardo di casa e guardare con ottimismo al futuro colorato con i sette colori dell’iride. Rossi permettendo…

21/23: alla vigilia, un terzo posto (magari con Marquez vittorioso) sarebbe stato un risultato positivo per Rossi, ma ora che è in pieno ballo, farà carte false pur di prendersi la seconda piazza. Pedrosa da applausi, va detto.

20/23: Rossi sta attaccando come un cavallo da rodeo a briglie sciolte! Dani si difende da campione. Lorenzo in fuga solitaria oramai. Che spettacolo!

19/23: duello da infarto tra Rossi e Pedrosa!

18/23: Lorenzo non porta oltre i 3 secondi e 4 decimi il suo vantaggio sullo scatenato tandem all’inseguimento. Sorpassi e controsorpassi spettacolari firmati Rossi – Pedrosa!

17/23: duello rusticano tra Rossi e Pedrosa, ma per il momento le posizioni restano le stesse.

16/23: tutto invariato nelle prime sei posizioni. Lorenzo è in controllo.

15/23: Lorenzo con tre secondi e 208 millesimi su Pedrosa. Rossi incollato a quest’ultimo.

14/23: Marquez, intanto, ha già rilasciato la sua costernata intervista post-gara; s’è preso ogni responsabilità per la fesseria commessa…

13/23: i due ducatisti Iannone e Dovizioso sempre quarto e quinto, a dieci giri dal termine. Fin qui, Spagna – Italia 3 – 3 (A. Espargaro è sesto infatti).

12/23: Lorenzo a +3.445. Dani e Vale hanno ufficialmente aperto le danze là dietro, con accenni di sorpasso e messaggi esplicitamente lanciati, il Dottore ha fatto capire dove vuole arrivare…

11/23: Rossi e Pedrosa mantengono praticamente lo stesso passo. Il Dottore “provoca” lo spagnolo, accennando un primo sorpasso. Lorenzo controlla, per il momento la distanza dai due inseguitori è di sicurezza.

10/23: Lorenzo +2.945 su Pedrosa, +3.079 su Rossi. Fuori Petrucci, peccato!

9/23: Lorenzo, Pedrosa, Rossi, Iannone, Dovizioso, Smith, A. Espargaro, Crutchlow, Petrucci, P. Espargaro. Le prime dieci posizioni.

8/23: tutti sotto il muro dell’1:50 in questo giro, i primi sei. Lorenzo sembra perdere qualche millesimo di troppo al giro…

7/23: ma Dani Pedrosa non ci sta e rosicchia addirittura un paio di decimi al leader Lorenzo. Due secondi e sette decimi il distacco, un decimo dietro The Doctor…

6/23: Jorge non può fare di più, con questo passo la gara è nelle sue mani. La caduta di Marquez ha però scombussolato un po’ i suoi piani… Rossi tallonerà Pedrosa fino allo sfinimento e cercherà di sorpassarlo nel momento opportuno.

5/23: Lorenzo con quasi tre secondi sul connazionale Pedrosa, terzo Rossi attaccato al trentenne di Sabadell. Quarto Iannone, quinto Dovizioso.

4/23: il campione del mondo in carica avrebbe dovuto essere l’arbitro della contesa Rossi-Lorenzo (nonché il favorito per la vittoria odierna) e invece è già fuori dalla gara di casa. Disastro…

3/23: Rossi ora è quarto, Lorenzo non può far altro che tentare la fuga solitaria. Secondo un grande Iannone, terzo Pedrosa.

2/23: dopo il primo giro lanciato, Marquez e Lorenzo provano già a fare il vuoto, ma Marquez ancora una volta osa oltre il dovuto e CADE! RITIRATO MARQUEZ!

1/23: le carte si sono subito mescolate in partenza. Lorenzo, Marquez, Iannone. Rossi quinto.

14.00: PARTITI!!!

13.58: se consideriamo anche Pol Espargaro, Pedrosa, Dovizioso, Vinales e Iannone (tutti in palla alla vigilia della gara), possiamo parlare di una Spagna vs Italia motoristica. Speriamo bene! Intanto è partito il giro di ricognizione.

13.55: l’attesa è spasmodica. Tensione sul volto di Lorenzo, concentrato come non mai Rossi. Marquez recita la parte del cattivo imperscrutabile. Rimanessero fermi, sarebbe uno stallo messicano a tre degno dei film di Sergio Leone, ma qui si correrà e ci si darà sonore sportellate, se necessario. Altro che…

13.50: piloti pronti sulla pit lane. Marquez vuole vincere perché non conosce altro verbo in pista, Lorenzo pensa alla vetta della classifica iridata. Rossi, almeno sulla carta, deve difendersi e limitare i danni… Stamane, incrocio pericoloso ai box tra il Dottore e Lorenzo: mentre il maiorchino provava il cambio moto al salto, è arrivato Valentino che per poco non lo ha urtato, in ripartenza. Un’incomprensione, senza altri strascichi, ok, ma Jorge ha scosso la testa in segno di disappunto. Saranno scintille anche in gara, c’è da giurarci!

13.40: venti minuti circa al via dell’attesissimo Gran Premio Movistar de Aragón, categoria MotoGP. Nel warm up di stamattina, è risalito un po’ Valentino Rossi, piazzatosi in quarta posizione, recuperando parte (piccola, a dire il vero) del distacco che nei precedenti due giorni ha accumulato da Marquez e Lorenzo. Il pesarese accusa ora 0″553 di distacco da Marquez, il migliore anche nella sessione pre-gara. Se però il cielo, nuvoloso, dovesse mantenere basse le temperatura anche in gara, Valentino può pensare di risalire decisamente dal sesto posto in griglia.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Diretta Live a cura della Redazione

Lascia un commento

Top