LIVE – Ginnastica, Golden League in DIRETTA – Tocca alle Finali di Specialità, con sorprese

Erika-Fasana-American-Cup.png

Finali di Specialità iniziate in anticipo e con ginnaste scelte dal Direttore Tecnico non rispettando gli esiti del turno di qualificazione. Scelte condivisibili ma almeno andavano comunicate! La ginnastica artistica non va organizzata così!

Seguite con noi la DIRETTA SCRITTA della Golden League per scoprire tutti i punteggi e le vincitrici!

 

16.26 Grazie a tutti per averci seguito in questo corto e improvvisato pomeriggio. A breve cronaca e classifiche.

16.25 Prossimo appuntamento tra due settimane a Torino per i Campionati Italiani Assoluti. OA sarà media partner.

16.23 Ad ogni modo usciamo ritroviamo appieno Enus Mariani dopo averla già vista ottima ieri pomeriggio, una Ferlito ancora a gran livello sulla trave, Meneghini e Ugrin che commettono degli errori e una Nazionale in rodaggio.

16.22 Finiscono così le Finali di Specialità con le vittorie di Rizzelli/Busato al volteggio, Mariani alle parallele, Ferlito alla trave, Linari al corpo libero. Una formalità sbrigata in un’ora scarsa, iniziata un’ora e mezza prima dell’orario originariamente schedulato, con tanti cambi sulle finaliste in campo.

16.20 Enus Mariani ha trionfato alle parallele (14.950) precedendo Martina Rizzelli (14.850) ed Erika Fasana (14.150).

16.19 Eccolaaaaaaaaaa! Enus Mariani c’è alle parallele: 14.950, 5.8 le difficoltà, 2 decimi di bonus, conferma la bontà dell’esercizio di ieri dove aveva sbagliato solo l’uscita. E’ ritornata dopo un’attesa infinita. La nota più lieta della giornata.

16.16 Al corpo libero vince Francesca Linari (13.550) davanti a Federica Macrì (13.500) e ad Adriana Crisci (13.150). Si è scelto di lasciare out Fasana, Mori, Ferlito, Mariani e compagnia.

16.14 Interessantissimo il coefficiente di difficoltà di Erika: 5.9 alle parallele, attrezzo propriamente non suo. Sbaglia qualcosa in esecuzione ma è davvero futuribile il suo 14.150 (1 decimo di bonus).

16.12 Macrì 12.950 alle parallele. Tutto pronto per l’assalto di Enus Mariani ma prima di lei ci sarà Erika Fasana.

16.10 Grande esercizio di Martina Rizzelli alle parallele: 14.850, 4 decimi di bonus, ritorna il suo 6.0 di D Score.

16.05 Pronti per iniziare la seconda parte delle due Finali. Al libero conduce Macrì con 13.500, alle parallele Mori con 13.700.

16.00 Meneghini 13.450 alle parallele.

15.54 Tea Ugrin 13.500 alle parallele (5.4), finisce dietro alla Mori.

15.52 Non male la prova di Lara Mori sugli staggi: 13.700 (5.5).

15.51 Alessia Leolini 12.800 al quadrato.

15.49 Si riparte con il 13.650 di Busato alle parallele e il 13.500 di Macrì al libero.

15.47 Al corpo libero, sinceramente e senza criticare chi gareggia, c’è poco da vedere. L’unica con flebili speranze mondiali è Alessia Leolini. Per il resto è una gara di seconda fascia italiana (davvero parlano i numeri): Adriana Crisci olimpica a Sydney 2000, Federica Macrì leggenda a Volos 2006, Jodie Padovan, Becattini, Linari, Grisetti, Arosio.

15.46 Ora si riparte con parallele asimmetriche e corpo libero, le ultime due Finali di Specialità di questa strana giornata. Sugli staggi da tenere d’occhio Enus Mariani, Martina Rizzelli e Tea Ugrin ma parteciperanno anche Erika Fasana, Sofia Busato, Lara Mori, Federica Macrì.

15.44 Alla trave vittoria per Carlotta Ferlito (14.800), seconda Enus Mariani (14.000), terza Lara Mori (13.900). A seguire Tea Ugrin (13.800), Lavinia Marongiu (13.650), Jessica Mattoni (12.950), Elisa Meneghini (12.950) e Sofia Busato (12.000).

15.42 Podio al volteggio: vittoria per Martina Rizzelli e Sofia Busato (15.000 per entrambe, 5.8), bronzo per Elisa Meneghini (14.550). A seguire Ferlito (14.400), Ugrin (13.850), Grisetti (13.850), Marongiu (13.800) e Vitale (12.350).

15.40 Carlotta Ferlito parte da 5.8 di D Score (6.1 ieri) e vola fino a 14.8, un solo decimo di bonus. Nuova ottima prova della siciliana che trionfa alla trave.

15.38 Ad esempio al corpo libero non vedremo né Erika Fasana né Lara Mori. Perfettamente d’accordo sul preservare lo stato di forma delle ragazze in vista dei Mondiali, anzi conta solo quello. Bastava semplicemente comunicarlo, tutto qui. Oltre a dire che le Finali sarebbero iniziate prima rispetto a quanto prefissato. Così tutti si sarebbero preparati e non si sarebbero neanche scritte “inesattezze” (come qualcuno ama dirlo) in fase di presentazione.

15.37 Al volteggio Elisa Meneghini con 14.550 si prende la medaglia di bronzo dietro la coppia Busato/Rizzelli (15.000). Ora il turno di Carlotta Ferlito sui 10cm per concludere le prime due finali di specialità.

15.36 Enus comanda su Mori (13.900) e Ugrin (13.800), Elisa Meneghini ha avuto ancora una chance di partecipare alla Finale ma ha sbagliato ancora (12.950).

15.35 Nel frattempo alla trave comanda Enus Mariani, 14.000 come ieri. Manca solo Carlotta Ferlito per terminare la Finale. Riuscirà a replicare la bordata di ieri (15.150).

15.32 Ad ogni modo passiamo alla pedana dove le ragazze non hanno nessuna colpa. Volano Martina Rizzelli e Sofia Busato con il doppio avvitamento al volteggio: 15.000 per entrambe, quattro decimi di bonus. Le comasche hanno in pugno la vittoria della specialità, ricordiamo però che Sofia è più piccola (è ancora junior). Dovrebbe valere il regolamento degli Assoluti che premia l’atleta più giovane ma ormai sembra che i regolamenti in Italia siano solo un optional.

15.30 Dico solo una cosa. Ci si lamenta che la ginnastica artistica non ha spazio sui media. A parte che bisognerebbe anche vincerlo per meritarselo (e questo è un altro discorso), poi non si comunicano né le variazioni di orario né che cambiano le ginnaste partecipanti alla Finali. Fidatevi che poi la pazienza dei media finisce (e quella di tanti è già finita, come si può vedere tutti i giorni). A maggior ragione se si voleva dare spazio meritano all’Italia che ha vinto i Mondiali di ritmica (in specialità comunque non olimpica).

Lascia un commento

Top