Judo, Mondiali 2015: l’Asia domina, l’Europa perde la sua leadership

Judo-Yu-Song-Megumi-Tachimoto.jpg

Dopo i primi tre giorni dei Campionati Mondiali di Astana 2015 avevamo già lanciato l’allarme sulle prestazioni sottotono dei judoka europei. Il bilancio di fine competizione conferma questa tendenza, con l’Europa e le Americhe che hanno perso colpi rispetto all’Asia, oramai continente numero uno nel mondo del judo. In passato, infatti, nonostante le tante medaglie giapponesi, l’Europa aveva sempre mantenuto prestazioni complessive uguali o superiori a quelle degli asiatici, ma questa volta il confronto è impietoso.

Rispetto allo scorso anno, quando l’Europa vinse sette titoli contro i sei dell’Asia, c’è stata una netta inversione di tendenza: questa volta i judoka asiatici hanno conquistato dodici medaglie d’oro, lasciandone solamente tre agli europei, mentre le Americhe calano da tre ad un solo oro. Situazione ribaltata anche nelle medaglie complessive, con l’Asia che passa da sedici a trentuno – quasi il doppio – e l’Europa che riduce il proprio bottino da trentasei a ventisette. La profondità del movimento europeo si vede solamente considerando i piazzamenti tra i migliori otto, dove permane un vantaggio per il nostro continente, seppur molto ridotto rispetto ad un anno fa.

Da sottolineare anche le pessime prestazioni dei campioni continentali europei: nessuno dei quattordici vincitori di Baku 2015 ha fatto il bis con il titolo mondiale (lo scorso anno furono in cinque), e solamente in quattro sono andati a medaglia, con diverse eliminazioni ai primi turni. Il motivo, come abbiamo già detto nell’articolo precedente, può in parte essere ricondotto alla collocazione della rassegna continentale nel mese di giugno, troppo vicino all’appuntamento iridato. Anche i judoka del continente americano, tra l’altro, hanno fatto registrare una forte flessione nelle prestazioni, dopo che hanno dovuto affrontare sia i Campionati Panamericani di Edmonton, ad aprile, che i Giochi Panamericani di Toronto, a luglio. Allora furono cubani e brasiliani a dominare la scena, mentre l’argentina Paula Pareto, sconfitta in entrambe le finali, si ritrova ad essere l’unica campionessa mondiale del continente.

MONDIALI 2015

CONTINENTE

O

A

B

MEDAGLIE

TOP 8

Asia

12

6

13

31

52

Europa

3

10

14

27

64

Americhe

1

0

5

6

12

MONDIALI 2014

CONTINENTE

O

A

B

MEDAGLIE

TOP 8

Asia

6

4

6

16

35

Europa

7

8

21

36

69

Americhe

3

4

5

12

23

Africa

0

0

0

0

1

PRESTAZIONI DEI CAMPIONI EUROPEI

CAT

CAMPIONE D’EUROPA

RISULTATO ASTANA 2015

60 KG

Beslan Mudranov (RUS)

Sedicesimi di finale

66 KG

Kamal Khan-Magomedov (RUS)

Ottavi di finale

73 KG

Sagi Muki (ISR)

81 KG

Avtandili Tchrikishvili (GEO)

90 KG

Kirill Denisov (RUS)

Argento

100 KG

Henk Grol (NED)

Sedicesimi di finale

+100 KG

Adam Okruashvili (GEO)

Bronzo

48 KG

Charline van Snick (BEL)

Ottavi di finale

52 KG

Andreea Chițu (ROU)

Argento

57 KG

Telma Monteiro (POR)

63 KG

Martyna Trajdos (GER)

Sedicesimi di finale

70 KG

Kim Polling (NED)

78 KG

Marhinde Verkerk (NED)

Bronzo

+78 KG

Émilie Andéol (FRA)

Sedicesimi di finale

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top