Atletica, meeting Rieti 2015: Fajdek e Thompson imperiali, buone indicazioni anche dagli italiani

pawel-fajdek-facebook.jpg

Si è appena conclusa la quarantacinquesima edizione del meeting di Rieti, classico appuntamento dell’atletica italiana.

Grande protagonista della giornata è stata la pioggia, che ha caratterizzato la maggior parte delle gare in programma allo stadio Raul Guidobaldi, ma passiamo alla cronaca.

LANCIO DEL MARTELLO UOMINI: nella prima gara (in programma nella giornata di ieri) trionfa l’iridato Pawel Fajdek. Il polacco si è imposto con la misura di 80.96 che gli ha anche permesso di conquistare la hammer challenge 2015.

SALTO TRIPLO UOMINI: dalle Mauritius vola Jonathan Drack con un hoop-step-jump da 16.67. Secondo posto per il bulgaro Georgi Tsonov a 16.45.

100 OSTACOLI DONNE: affermazione della norvegese Isabelle Pedersen a 12.99 davanti ad un’ottima Giulia Pennella, seconda con lo stagionale di 13.14.

3000 SIEPI UOMINI: vittoria per il marocchino Brahim Taleb a 8’24″61 davanti al tunisino Amor Ben Yahia ed al bulgaro Mitko Tsenov.

SALTO IN ALTO DONNE: assente Alessia Trost, salta più in alto di tutte l’ucraina Yulyia Chumachenko a quota 1.88. Migliore delle azzurre Erika Furlani, quinta a 1.78.

SALTO IN ALTO UOMINI: gara ad appena quattro partecipanti che ha visto la vittoria del polacco Wojciech Theiner, capace di volare a quota 2.20.

1500 METRI DONNE: vittoria allo sprint per l’etiope Gudaf Tsegay (4’05″17), davanti alla canadese Fiona Benson, con il nuovo primato personale di 4’05″24.

800 METRI UOMINI: affermazione dell’argento mondiale Adam Kszczot con il tempo di 1’44″82 davanti al quatariota Musaeb Balla, altro finalista a Pechino.

100 METRI UOMINI: senza grandi nomi, conquista la vittoria il quatariota Femi Ugunode, unico sprinter a scendere sotto i 10″ con il tempo di 9.93.

800 METRI DONNE: prima posizione Francine Niyosaba. La 22enne del Burundi ha fermato il cronometro dopo 1’57″62, che è anche il suo primato stagionale.

1500 METRI UOMINI: vince l’algerino Taoufik Makhloufi con il tempo di 3’35£53. Ottimo quarto posto per l’azzurro Soufiane El Kabbouri.

300 METRI UOMINI: è il giamaicano Rusheem McDonald a vincere questa specialità tipica del meeting rietino, bloccando il cronometro dopo 31.94.

3000 METRI UOMINI: quattro keniani nelle prime quattro posizioni. A tagliare per primo il traguardo è stato Hillaty Mayo (7’45″35).

200 METRI DONNE: continua il buon momento della giamaicana Elaine Thompson. L’argento di Pechino vince facile con il tempo (alto) di 22.59.

SALTO IN LUNGO DONNE: basta un solo salto all’ucraina Krystyna Hryshutyna per conquistare la vittoria volando a 6.42.

LANCIO DEL GIAVELLOTTO UOMINI: straordinario Lars Hamman! Il tedesco supera all’ultimo lancio il giapponese Ryohei Arai e stabilisce il nuovo primato del meeting (84.26).

SALTO CON L’ASTA DONNE: successo per la tedesca Lisa Ryzih a 4.35. Ottimo terzo posto per Roberta Bruni a 4.15.

Foto: pagina Facebook Pawel Fajdek

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

 

Lascia un commento

Top