F1, GP Italia Monza 2015: la sete di riscatto della Ferrari per insidiare i duellanti Mercedes

Vettel-Ferrari-FOTOCATTAGNI3.jpg

Hamilton VS Rosberg: round XII.

L’ormai consueta sfida intestina tra i due “compagni” di squadra Mercedes si sposta a Monza, 86esimo Gran Premio d’Italia, dodicesima gara sulle diciannove totali e penultima nel Vecchio Continente. Il campione del mondo in carica vi arriva con ventotto punti di vantaggio sul tedesco e ben sessantasette su Sebastian Vettel che, c’è da scommetterci, nel GP di casa e dopo il caso-pneumatico di Spa, non pensa minimamente di ridursi a semplice suonatore di gong dell’acerrima contesa. Parecchio distante dal podio iridato (settantotto lunghezze) l’altro ferrarista Kimi Raikkonen, in cerca di riscatto tanto quanto il collega in rosso, dopo le noie meccaniche patite dalla sua SF15-T in Belgio.

Il Gran Premio d’Italia è una delle grandi classiche del Campionato mondiale di Formula 1; per la 64esima volta si correrà sulla pista veloce dell’Autodromo Nazionale di Monza. Dopo Spa, un altro tempio sacro del motorismo globale. In condizioni normali, ci dovrebbe essere un solo gradino sul podio da assegnare ma, nell’automobilismo come nello sport in generale, il concetto di normalità inteso come certezza non esiste, così la lista dei pretendenti dichiarati al podio di Monza si fa decisamente affollata. Le due Ferrari, come già detto, non possono deludere l’attesa marea rossa e le tradizioni legate a doppio filo con questo circuito e, dopo le traumatiche vicissitudini di due domeniche fa, devono assolutamente soddisfare la loro sete di rivalsa. Galvanizzato dal terzo posto in terra belga, anche l’imprevedibile Romain Grosjean ha messo nel mirino la tappa italiana del mondiale, in casa Force India si nutrono ambizioni importanti dopo il quinto posto di Perez in Belgio (autore a Monza nel 2012 di una gara da incorniciare, chiusa al secondo posto, al volante della Sauber) ed inoltre i motori Mercedes potranno scatenare tutti i loro cavalli sul rapidissimo tracciato brianzolo. Da tenere d’occhio anche Daniil Kvjat, quarto a Spa, e Daniel Ricciardo, con una Red Bull ancora in cerca d’autore, nonché le due Williams di Bottas e Massa, maggiordomo assieme a Fernando Alonso del circuito di Monza, al cospetto dei tifosi italiani che comunque tanto hanno amato i due ex-ferraristi.

A Monza si dovrebbe chiudere il giallo della gomma esplosa a Sebastian Vettel all’ultimo giro del GP di Spa-Francorchamps. Dopo due settimane di accertamenti, la Pirelli ha dichiarato: “Abbiamo finalizzato le indagini relative alla delaminazione dello pneumatico di Sebastian Vettel a Spa; le conclusioni dettagliate dell’analisi tecnica verranno rese note a Monza“. Per la gara di casa, Pirelli ha scelto il P Zero White medium ed il P Zero Yellow soft, due mescole versatili, capaci di bilanciare al meglio prestazioni e durata.

Basterà ai due portacolori del Cavallino per insidiare le irresistibili Frecce d’Argento? A Monza Raikkonen non ha mai vinto, Vettel ci è riuscito già tre volte ed il recordman del circuito è proprio il suo mito Michael Schumacher con cinque successi… Due ottime ragioni per provare in ogni modo a ridipingere Monza di rosso.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top