Equitazione, salto ostacoli: al Brasile la Nations Cup di Arezzo

Equitazione-Marlon-Modolo-Zanotelli-FB.jpg

Il Brasile si è aggiudicato quest’oggi l’ultima tappa della seconda divisione europea della Nations Cup di salto ostacoli, andando a vincere la prova a squadre del CSIO tre stelle di San Marino Arezzo. La formazione verdeoro, composta da Marlon Módolo Zanotelli su Valetto Jx, Karina Johannpeter su Casper, Yuri Mansur Guerios su Cornetto K e Bernardo Alves su Vatson Sitte ha collezionato dodici penalità come la Francia, ma ha decidere è stato il jump-off che ha premiato Zanottelli (4 penalità) contro Édouard Coral su Quokin du Moulin Vent (8 penalità). In terza posizione, alle spalle di Brasile e Francia, ha invece chiuso la Repubblica Ceca con ventinove punti negativi. La squadra azzurra ha terminato al quinto posto, preceduta anche dalla Germania: l’Italia ha infatti collezionato ben trentacinque penalità con la formazione composta da Paolo Zuvadelli su Carthusia, Emilio Bicocchi su Ares, Giampiero Garofalo su Corbanus e Juan Carlos Garcia su Gitano v Berkenbroeck.

Paolo Zuvadelli è stato protagonista di giornata anche a livello individuale, dove, in versione Walestro van het Bloemenhof, ha conquistato il successo della prova contro il tempo in 59″67. In seconda posizione si è classificato Giovanni Consorti su Canterino S.G. (60″17), mentre il dominio azzurro è stato interrotto solamente dal danese Emil Hallundbaek su Dakar (60″24), che ha preceduto la campionessa nazionale Giulia Martinengo Marquet su Fixdisegn Pop Lady d’Elle (60″85) e Filippo Marco Bologni su Fixdesign Amerigo (64″39).

Nel CSI due stelle, Roberto Consumati ha conquistato la vittoria della prova con jump-off in sella a Cercis (41″61), precedendo gli altri azzurri Emanuele Bianchi su Emoe Tiramsue (42″54) ed ancora Paolo Zuvadelli su Demetra Aremac (44″60). La prova in due fasi è andata invece all’amazzone canadese Karina Aziz su Fleur Roosters van Betz (34″54), davanti a Federico Ciriesi su Calotta (35″17) ed a Francesca Ciriesi su Colour of Fun (35″41). Infine, una vittoria è stata ottenuta anche dalla francese Émilie Laporte su Huxley (30″26), che ha battuto Giovanni Consorti su Lucio Silla (30″32) e Gabriele Bresciani su Cartherina (31″19).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Marlon Módolo Zanotelli (pagina Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top