Equitazione, Europei completo: l’Italia perde l’ultimo treno olimpico a squadre, conferme per le favorite

Equitazione-Europei-completo-Blair-Castle-FEI.jpg

A Rio 2016 l’Italia non sarà presente con nessuna delle tre squadre delle discipline equestri: dopo la mancata qualificazione del dressage e dal salto ostacoli ad Aachen, infatti, anche il team del concorso completo ha perso l’ultimo treno disponibile per poter presentare il quartetto completo. Ai Campionati Europei di Blair Castle 2015, in Scozia, gli Azzurri hanno pagato un doppio ritiro (Pietro Roman su Barraduff e Giovanni Ugolotti su Oplitas) in una competizione molto esigente per i cavalli, quando sarebbe bastato che uno dei due binomi raggiungesse il traguardo nelle ultime posizioni per poter competere con la Svezia, che grazie al suo quinto posto concorrerà invece nella competizione a cinque cerchi.

Per i colori azzurri, dunque, da ora in poi sarà tutta una questione di ranking mondiali, che assegneranno i posti individuali per Rio 2016 nelle tre discipline di salto ostacoli, dressage e concorso completo. In quest’ultima disciplina sarà fondamentale il recupero di Vittoria Panizzon, tornata alle gare con una vittoria dopo l’infortunio alla spalla, ma anche il ritorno ad alti livelli di Stefano Brecciaroli, che sta continuando a progredire con i suoi nuovi cavalli. Naturalmente non ne avremo mai le prove, ma pensiamo che con almeno uno di questi due atleti, il verdetto di Blair Castle non sarebbe stato lo stesso.

Le squadre più forti, invece, hanno proprio sfruttato la difficoltà del percorso, che ha costretto molti binomi all’eliminazione, per mettere in evidenza una netta superiorità. La Germania, in particolare, ha dimostrato di essere una spanna sopra le altre con due medaglie d’oro ed una d’argento, ma anche altri due binomi classificati in quinta e settima posizione (i tedeschi sono stati anche gli unici a non subire nessuno stop). La Gran Bretagna avrebbe forse potuto avvicinare i teutonici senza l’abbandono di William Fox-Pitt, mentre la Francia si è ripresa il pass olimpico che le era stato tolto dopo la positività del cavallo di Maxime Livio ai World Equestrian Games 2014. Va sottolineato, fra l’altro, che se la Francia non avesse subito questa squalifica, l’Italia avrebbe ottenuto il pass olimpico assieme alla Svezia.

Visto il dominio del continente europeo nel concorso completo, letre squadre medagliate in Scozia potrebbero essere anche considerate come le favorite dei prossimi Giochi Olimpici, assieme all’Olanda (quarta a Blair Castle ma medagliata di bronzo mondiale) ed alla Nuova Zelanda, la migliore tra le rappresentanti degli altri continenti e già sul podio a Londra 2012.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Fédération Equestre Internationale (pagina Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top