Ciclismo, Mondiali Richmond 2015: le pagelle della cronometro. Malori strepitoso d’argento

10409205_948222341872935_6941799905992931204_n1-e1426086630808.jpg

Arriva la prima medaglia azzurra al Mondiale di ciclismo 2015 a Richmond: a conquistarla è un fantastico Adriano Malori, argento nella cronometro individuale alle spalle di Vasil Kiryenka. Andiamo a vedere le pagelle di questa prova contro il tempo, emozionante per i colori azzurri.

Vasil Kiryenka, voto 10: perfetto, dall’inizio alla fine. Il corridore bielorusso si conferma straordinariamente costante e conquista il risultato più pregiato della sua intera carriera. Una prova strepitosa: il cronoman del Team Sky, partito per terzultimo, spinge il suo rapporto lungo alla grande ed è in testa a tutti gli intermedi, salvo essere contrastato nell’ultima parte di gara da Malori. Medaglia d’oro con 9” di vantaggio: vestirà la maglia iridata per tutto il 2016.

Adriano Malori, voto 9,5: se l’Italia torna sul podio di una cronometro individuale a distanza di 21 anni dall’argento di Andrea Chiurato (era la prima edizione in cui si correva la prova contro il tempo) è grazie al corridore della Movistar. L’emiliano raggiunge il risultato più importante della sua carriera a 27 anni, dopo tante stagioni già al top della specialità (ricordiamo i diversi successi conquistati ai danni dei migliori al mondo). Dispiace per i 9” che lo dividono dal titolo iridato, ma questo per il fenomeno azzurro deve essere solo un punto di partenza in vista anche delle Olimpiadi di Rio del prossimo anno.

Jerome Coppel, voto 8: che cronometro sorprendente per il francese. Il corridore della IAM Cycling conquista un fantastico podio iridato, dopo aver vinto il campionato nazionale transalpino nel mese di giugno. Sembra che abbia raggiunto la maturità ciclistica: dal prossimo anno ci si aspettano progressi per confermare questo strepitoso piazzamento.

Jonathan Castroviejo, voto 7,5: altra sorpresa. Lo spagnolo partiva come outsider, ma nessuno poteva aspettarselo nella top-5. Addirittura due i corridori della Movistar tra i primi cinque, a conferma della bellissima cronosquadre di domenica.

Tom Dumoulin, voto 7: qualche problema fisico, già annunciato alla vigilia della prova iridata, aveva fatto temere il peggio. Così è stato: uno dei favoriti della prova contro il tempo, non riesce a conquistare neanche una medaglia e deve accontentarsi del quinto posto, lontano dal podio. Dopo la fantastica Vuelta, l’olandese non è riuscito a ripetersi.

Rohan Dennis, voto 7: sesto posto, con molta sfortuna. Viaggiava sui tempi dei primi nella prima parte di gara, ma poi un problema meccanico l’ha costretto allo stop e cambio di bici: una ventina di secondi persi e prova andata. Per lui 1’06” il ritardo, non avremo mai la controprova se non ci fosse stato il problema tecnico.

Tony Martin, voto 5: il grande favorito di questa prova, conclude solo al settimo posto. Dal tre volte campione del mondo ci si aspettava molto di più. Mai in gara oggi.

Moreno Moser, voto 7: la seconda carta azzurra disputa un’ottima prova e si piazza nella top-10 mondiale. Davvero bene il corridore della Garmin-Cannondale al suo ritorno in nazionale: superiore addirittura alle aspettative.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

 

Foto: FB Malori

Lascia un commento

Top