Ciclismo, Mondiali Richmond 2015: i grandi cronomen. Spiccano Martin e Dumoulin

Dumuoulin-Ciclismo-Pagina-FB-Dumoulin.jpg

Scatta domani, con la cronosquadre maschile e femminile, il Mondiale di ciclismo 2015, in quel di Richmond (Stati Uniti). Ci soffermiamo proprio sulla cronometro degli uomini, andando a scoprire i migliori interpreti delle prove contro il tempo presenti in terra americana.

Un nome su tutti: Tony Martin. Il tedesco è l’unico dei tre dominatori della specialità dell’ultimo lustro presente a questa competizione iridata, vista l’assenza per motivi vari di Wiggins, ex campione del mondo (ormai si è dedicato solo alla pista), e Cancellara (infortunato). Il Panzerwagen della Etixx-QuickStep, campione del Mondo per tre anni di fila dal 2011 al 2013, è il più grande candidato a conquistare la medaglia d’oro sul circuito iridato. Non mancheranno però i rivali.

A partire da Tom Dumoulin, reduce da una Vuelta strepitosa. L’olandese della Giant-Alpecin è bronzo iridato in carica, piazzatosi alle spalle di Wiggins e Martin a Ponferrada e in un anno la sua crescita è stata davvero esponenziale. La prova di Burgos nell’ultimo Grande Giro stagionale ne è stata la conferma. Possibile che se la giochi sul filo dei secondi con Martin.

Assolutamente da non dimenticare Rohan Dennis. L’australiano della BMC prima proverà a dominare la prova a squadre con i rossoneri, poi andrà alla caccia delle medaglie in quella individuale. Vincitore del prologo olandese al Tour de France, nel quale ha battuto tutti i più forti al Mondo, non sembra essere al livello dei due sopracitati in una cronometro lunga, ma ha margini di crescita davvero ampi, vista la sua età (appena 25enne).

Chiudiamo con due corridori costanti, non apparsi però ancora dominanti. Stiamo parlando del nostro Adriano Malori e del bielorusso Vasil Kyrienka. Il campione italiano della Movistar vorrà disputare una buona prova, su un percorso adatto alle sue caratteristiche: si sogna una medaglia, non è solo un’utopia. Il vincitore della cronometro del Giro d’Italia, corridore del Team Sky, invece la medaglia l’ha già conquistata a Valkenburg nel 2012, salvo poi concludere per due volte al quarto posto.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: FB Dumoulin

Lascia un commento

Top