Canoa slalom, Mondiali 2015: Molmenti torna a Londra, Italia a caccia di pass olimpici

Canoa-Daniele-Molmenti.jpg

Come per la maggior parte delle rassegne iridate ed europee di questi giorni, anche i Mondiali di canoa slalom, in programma a Londra da domani, saranno fondamentali in chiave Rio 2016. Missione non semplice sopratutto per quei canoisti che per prima cosa dovranno mettersi alle spalle i propri compagni di squadra per accaparrarsi l’unico biglietto per nazione disponibile (la carta non è comunque nominale). Tra queste c’è anche l’Italia che presenta una squadra competitiva in tutte e quattro le specialità a cinque cerchi con il picco del K1 maschile, da sempre fiore all’occhiello del movimento.

Proprio dal K1 maschile arriva uno dei ricordi più belli della canoa italiana con Daniele Molmenti che sul Lee valley white water centre si laureò campione olimpico a Londra 2012. A distanza di tre anni la Guardia forestale è ancora il leader del movimento e, acciacchi permettendo, quello con più possibilità di ambire alla zona medaglie. Attenzione naturalmente anche a Giovanni De Gennaro che, pur non brillando nelle competizioni stagionali, è reduce da due top ten consecutive ai Mondiali, risultato di altissimo prestigio se consideriamo la giovane età del friulano.

Tralasciando l’aspetto medaglie, per le quali reciteranno un ruolo di outsider anche Steffi Horn e Andrea Romeo, quello che preme di più in casa Italia è il pass olimpico, sulla carta raggiungibile in tutte le discipline. Anche nella canadese dove lotteranno per gli otto posti disponibili sia Pietro Camporesi e Niccolò Ferrari nel C2 che il terzetto di cinuisti Stefano Cipressi-Roberto Colazingari-Paolo Ceccon. 

I posti a disposizione ai Mondiali 2015 (uno per nazione): 

K1 maschiile e femminile: 15

C1: 10

C2: 8

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@oasport.it

Lascia un commento

Top