Calcio – Serie A, Top&Flop quinta giornata: Inter e Juventus, destini opposti

Felipe-Melo-Inter-calcio-foto-facebook-felipe-melo.jpg

La storia si capovolge. E’ il bello del calcio, che funziona a cicli. Dopo quattro anni di dominio della Juventus e di difficoltà dell’Inter, già alla quinta giornata è lampante che sarà una stagione diversa. Lo dicono gli episodi, lo si legge sui volti di giocatori e tifosi. I nerazzurri ottengono la quinta vittoria consecutiva, ancora di misura e ancora senza subire gol, e mantengono la vetta della classifica a punteggio pieno. I bianconeri sono beffati dal Frosinone in pieno recupero, pareggiano 1-1 e scivolano a dieci lunghezze di distacco dalla capolista. Per i ciociari è il primo storico punto in Serie A. E, con le frenate di Napoli e Roma, i nerazzurri completano la loro serata perfetta. Domenica contro la Fiorentina sarà già possibilità di fuga. I migliori e i peggiori del turno infrasettimanale.

TOP

Felipe Melo (Inter): il suo trasferimento è stato lungo e ricco di critiche. Il mediano brasiliano, però, ci ha messo poco a conquistare i tifosi: grande prestazione nel derby e gol vittoria nell’1-0 sul Verona che regala alla squadra di Mancini la quinta vittoria consecutiva. Questa Inter sta prendendo una chiara identità: formazione solida e tenace. E’ un campionato strano: per questo i punti incamerati in partenza potrebbero risultare fondamentali per la fase calda della stagione.

Sassuolo: zitti zitti gli emiliani sono terzi in classifica, espugnando Palermo con il solito spumeggiante gioco offensivo. Quest’anno, il terzo consecutivo in Serie A, qualcosa sembra però cambiato (in meglio) nella squadra di Eusebio Di Francesco, maturato grazie agli errori e molto più attento con la retroguardia. Un punto di forza non da poco. Può essere la sorpresa.

Riccardo Montolivo (Milan): benino nel derby, anche se si era perso Guarin nel contropiede poi finalizzato nella rete della vittoria. In crescita contro il Palermo, seppur ancora lontano dalla forma migliore. Eccellente contro l’Udinese: un assist al bacio per il raddoppio di Bonaventura e un’infinità di palloni giostrati. Dopo mesi a rincorrere un regista, forse i rossoneri lo avevano già in casa. Piace anche l’affinità con De Jong stile Gattuso alla sua destra. Può tornare utile anche alla Nazionale.

FLOP

Juventus: un passo indietro rispetto al sacco di Manchester e al netto 2-0 di domenica contro il Genoa. I bianconeri si fanno riprendere in pieno recupero dal Frosinone, dimostrando che dopo quattro anni perfetti la ruota prima o poi gira male. Certe partite vanno chiuse prima, altrimenti si rischia. Di certo tutti gli infortuni non aiutano Allegri, che però difficilmente ripeterà lo scudetto.

Genoa: terza sconfitta consecutiva e quarta in cinque gare per i grifoni, che rianimano la Lazio – Pioli si salva – e rimangono fermi a soli tre punti in classifica. Domenica c’è la trasferta a San Siro contro il Milan: come sempre a inizio stagione i tanti cambi sul mercato complicano la vita a Gasperini.

Udinese: buio totale dopo l’impresa dello Stadium. Con i rossoneri arriva il quarto ko consecutivo, Colantuono non rischia ma deve ripartire dalla ripresa giocata contro il Milan. Di Natale, nonostante l’età, è ancora un titolare, Duvan Zapata uno dei giocatori più sottovalutati del campionato. C’è tutto per rialzarsi, ma bisogna reagire al più presto.

Di seguito i tre migliori giovani italiani dell’ultimo turno:

Davide Calabria (Milan): esordio da titolare e altra prestazione più che sufficiente per il 18enne terzino rossonero, che lascia il campo perché già ammonito sullo 0-3 e soffre in panchina con l’Udinese che si riporta sul 2-3. E, guarda caso, tutti i problemi arrivano da destra, quando lui è fuori.

Simone Zaza (Juventus): sfrutta l’occasione dal primo minuto concessagli da Allegri in ottica Nazionale e propizia il gol del momentaneo 1-0.

Nicola Leali (Frosinone): esce tra gli applausi del suo futuro (?) pubblico.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook ufficiale Felipe Melo

Tag

Lascia un commento

Top