Calcio, Champions League: la Roma cerca la continuità contro il Bate Borisov

Rudi-Garcia-calcio-foto-pagina-fb-ufficiale-roma.jpg

Missione continuità. Ciò che è sempre mancato alla Roma di Rudi Garcia per diventare veramente grande. Questa stagione era iniziata al meglio: 2-1 alla Juventus nella seconda di campionato, un attaccante letale come Edin Dzeko e – finalmente – la possibilità di poter credere veramente nello scudetto. E invece, giunti ormai a fine settembre, la situazione è sì positiva ma non brillante come si credeva (o sperava). I giallorossi hanno potenzialità, spesso però inespresse, e ancora non hanno l’identikit della grande squadra. Per questo l’appuntamento di Champions League contro il Bate Borisov (stasera alle 20.45 in Bielorussia) è fondamentale per trovare sempre più fiducia, al netto dei tanti sfortunati infortuni delle ultime ore.

La Roma è infatti reduce dall’agevole 5-1 sul Carpi, ma ha perso proprio Dzeko e Francesco Totti per due guai fisici. Rudi Garcia è dunque ora costretto a inventarsi il tridente offensivo – manca una prima punta – e non è da escludere che il francese possa accantonare l’amato 4-3-3 per un 4-3-1-2 a rombo già sperimentato proprio l’anno scorso in Champions League con un trequartista e due ali davanti a non lasciare punti di riferimento alla difesa avversaria. D’altronde se c’è un reparto che funziona alla grande tra i capitolini è proprio quello degli esterni: intercambiabili, rapidi e tutti in forma. Garcia si diverte a giostrarli e loro si divertono in campo.

Sfida al Bate Borisov, dunque, con l’obbligo dei tre punti visto il valore inferiore dei rivali. In un girone che comprende anche Barcellona (1-1 all’Olimpico) e Bayer Leverkusen, va da sé che per ambire realisticamente al passaggio del turno il bottino pieno contro i gialloblu è una condizione necessaria. All’esordio stagionale in Champions, i bielorussi hanno perso 4-1 in Germania: anche la differenza reti rischia di assumere importanza e per questo la Roma stasera non dovrà fare calcoli, risultando più spietata che mai. Vincere aiuta a vincere e Rudi Garcia non è ancora uscito del tutto dal tunnel di incertezze che ha caratterizzato la seconda parte del 2014-2015. Il tempo tuttavia non manca: la stagione dei giallorossi – anche in campionato – passa soprattutto da partite come queste.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina ufficiale Facebook As Roma

Lascia un commento

Top