Vuelta a España 2015 – Shock Nibali: squalificato dalla corsa! Trainato dall’ammiraglia

Nibali-Tour-De-France-TW-Tour-de-France.jpg

Vincenzo Nibali è stato ufficialmente squalificato dalla Vuelta di Spagna 2015, terza corsa a tappa di tre settimane del panorama ciclistico internazionale.

L’esclusione del corridore siciliano, già vincitore della corsa spagnola e dominatore del Tour de France 2014, è arrivata a seguito dell’ormai famoso VIDEO in cui si nota come Nibali si stia letteralmente trainato dalla sua ammiraglia per rientrare in gruppo dopo una caduta capitata nella tappa odierna (clicca qui per vederlo).

Dunque addio sogni di gloria per Enzo mentre l’Astana, di cui è stato espulso anche il DS Alexander Schefer, si affiderà a Fabio Aru e all’idolo di casa Landa.

3 thoughts on “Vuelta a España 2015 – Shock Nibali: squalificato dalla corsa! Trainato dall’ammiraglia”

  1. Luca46 scrive:

    Già proprio così. E concordo anche sul direttore sportivo che è pagato proprio per gestire la corsa ed evitare certe cose, anche perchè dovrebbe averne la piena lucidità a differenza dei corridori.

  2. Luca46 scrive:

    Mi spiace per Nibali che stimo moltissimo ma è stato qualcosa di vergognoso.
    Se ne vedono tante ma un campione non ha bisogno di queste cose.
    Sicuramente non gli farà buona pubblicità ed è un peccato perchè si è sempre comportato molto bene e dopo un Tour andato male si e saputo riscattare vincendo la tappa più bella e difficile.
    Non aveva proprio bisogno di questa cosa.

    1. ale sandro scrive:

      Già , non c’era proprio il bisogno di una roba del genere. E’ un anno che non lo vedo ben presente , concentrato e tranquillo ,come invece in passato. Sinceramente spero che l’avventura in Astana termini, perchè mi sembra che col Tour vinto sia come terminato qualcosa, ovviamente solo mia impressione.
      Di sicuro la poca lucidità rischia sempre di far commettere altri sbagli e un ambiente del genere,con polemiche anche interne a ogni piè sospinto, non porta serenità, che è l’unica cosa che serve in momenti così. Sacrosanta squalifica e mi permetto di aggiungere che il direttore sportivo Shefer ha responsabilità persino maggiori.

Lascia un commento

Top