Vuelta a España 2015: Sagan gioisce a Malaga. Battuti Bouhanni e Degenkolb

Sagan-FB-Tirreno-Adriatico.jpg

Prima volata alla Vuelta a España 2015. Dopo una cronometro a squadre (inutile ai fini della classifica generale) e una prima tappa mossa che ha già dato i suoi segnali (compresa l’esclusione di Vincenzo Nibali), nella terza frazione, partita da Mijas ed arrivata a Malaga dopo 158 chilometri, ad imporsi allo sprint è stato Peter Sagan (Saxo Tinkoff). La Maglia Rossa resta sulle spalle del vincitore della tappa di ieri, il colombiano Esteban Chaves.

Consueto andamento per la prima parte di gara: otto corridori si sono avvantaggiati provando a sorprendere le squadre dei velocisti. Questi i nomi degli attaccanti: Sylvain Chavanel (IAM), Walter Pedraza (Colombia), Martin Velits (Etixx – QuickStep), Maarten Tjallingii (Lotto NL – Jumbo), Alexis Gougeard (AG2R La Mondiale), Omar Fraile (Caja Rural – Seguros RGA), Nathael Berhane (MTN – Qhubeka) e  Ilia Koshevoy (Lampre – Merida). Il plotone, guidato prima dalla Orica GreenEdge (squadra della Maglia Rossa), poi supportata dalle squadre dei velocisti, non ha lasciato spazio, andandoli a riprendere a 15 chilometri dal traguardo.

Nel concitato finale a spuntarla è stato Peter Sagan che ha riscattato tutte le delusioni di questa stagione. Volata perfetta per lo slovacco che ha battuto i due favoriti della vigilia: Nacer Bouhanni (Cofidis) e John Degenkolb (Giant Alpecin). Sesto posto per il nostro Kristian Sbaragli (MTN).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: FB Tirreno Adriatico

Lascia un commento

Top