Volley, Mondiali U18 – Italia, un’apoteosi epica! Il ritratto di 12 azzurre, eroine storiche con il CT delle Giovani

GalleryPic-9.jpg

L’Italia è Campione del Mondo U18 di volley femminile. Scopriamo più da vicino quali sono le azzurre Campionesse del Mondo, i loro ruoli, i loro club, le loro date di nascita, le loro caratteristiche e il loro percorso. L’elogio di una formazione già leggendaria, capace di portare l’iride per la prima volta nel nostro Paese. Perché “Noi Siamo Noi”:

 

ALESSIA ORRO #20 – La nostra palleggiatrice titolare, nata a Oristano il 18 luglio 1998, negli scorsi mesi ha esordito nella Nazionale maggiore nel corso del Grand Prix. Proviene dal Club Italia con cui ha giocato in Serie A2 nell’ultima stagione. Concentrata, determinata, precisa, variegata nei colpi: un talento assoluto che mette le sue attaccanti in condizioni di fare molto bene. Eccezionale in questo torneo anche in termini di punti: 11 contro il Giappone durante il girone dove ha anche rifilato 8 segnature al Brasile, 6 a Cuba e 5 alla Turchia. Poi 5 all’Argentina, 6 alla Serbia, 4 alla Turchia a e 5 agli USA nella rincorsa verso il titolo.

 

VITTORIA ALICE PIANI #19 – Il capitano, l’opposto titolare che ha guidato questa splendida Italia verso un traguardo mai raggiunto nella storia. Ci mette sostanza, carisma, agonismo e intelligenza tattica per trascinare moralmente e tecnicamente le compagne. Nata il 12 febbraio 1998, gioca nel Club Italia. 86 punti in questo Mondiale con ben nove aces, tra cui i 4 che hanno steso gli USA nella Finalissima.

 

PAOLA EGONU #14 – La Reginetta di questi Mondiali, miglior giocatrice del torneo, sempre in luce e letteralmente dominante, lanciata verso una carriera che si preannuncia radiosa. Schiacciatrice-ricevitrice di altissima classe e pulizia, potente al punto giusto, intelligente nel gioco che si caratterizza per dinamicità e varietà di colpi. Un diamante tutto da sgrezzare con chissà quali potenzialità. Nata il 18 dicembre 1998, gioca nel Club Italia. In questa rassegna iridata è sempre stata la top scorer dell’Italia segnando complessivamente 155 punti (17 aces, 17 muri): spiccano soprattutto i 28 contro la Serbia e i 22 contro la Turchia nei due incontri ostici dei quarti e semifinale, prima dei 18 contro gli USA che ci hanno regalato l’apoteosi.

GIULIA MELLI #13 – Schiacciatrice, nata l’8 gennaio 1998, gioca nel Volleyrò. Una presenza costante che ha svolto concretamente il proprio lavoro in questo Mondiale. Egonu straripante ma lei precisa nel farsi trovare pronta al momento giusto e al posto giusto. Fatica in alcuni incontri, si esalti nei momenti più importanti come testimoniano i 12 punti in Finale, anticipati dai 12 degli ottavi e dai 10 contro la Serbia.

 

ALESSIA MAZZARO #12 – Il centrale titolare su cui si appoggia la squadra. Sa farsi valere in fase offensiva, picchia forte sottorete (come dimostrano i 4 muri contro Serbia e Turchia nei due incontri che ci hanno portato verso la finale per il titolo) e sa sbrogliare bene la matassa anche in ostiche situazioni. Nata il 19 settembre 1998, si è fatta un bel regalo anticipato per i suoi 17 anni che festeggerà sicuramente insieme alle compagne del Vero Volley Monza.

MARINA LUBIAN #5 – Un ottimo centrale, addirittura classe 2000 (ha compiuto 15 anni lo scorso 11 aprile). Si è messa in mostra durante l’intero torneo, brillando soprattutto nel girone eliminatorio (ricordiamo i 9 punti con 4 aces contro il Brasile) e mettendosi in luce sottorete. La giocatrice del Lilliput Settimo Torinese ha poi pagato un po’ lo scotto in semifinale non disputando poi la finale per l’oro.

GIULIA MARIA MANCINI #11 – Partita come riserva della Lubian, la centrale del Volleyrò viene buttata nella mischia durante la semifinale contro la Turchia: sarà la giocatrice che rivoluzionerà l’incontro. Nata il 23 maggio 1998, asfalterà la Turchia con addirittura 7 muri meritando così di giocare titolare la Finale contro gli USA.

 

GIORGIA ZANNONI #6 – Il nostro irripetibile libero, preziosissima e attivissima. Vola ovunque, recupera palloni e non è un caso se l’Italia ha subito poco la verve delle avversarie. Ha classe e talento, come già fatto vedere nel Club Italia con cui questa ragazza classe 1998 (candeline spente l’11 febbraio) si è già messa ampiamente in luce.

 

ROBERTA CARRARO #1 – Con una Orro in questo stato di forma era quasi impossibile trovare spazio. La nostra seconda palleggiatrice, proveniente dall’AGS San Donà, assiste al trionfo delle compagne.

ALEXANDRA BOTEZAT #7 – Riserva di lusso nel ruolo di centrale, proviene anche lei dal Club Italia. Non ha avuto modo di giocare molto in questo Mondiale ma è riuscita ad andare a referto (1 punto contro Cuba). Ha festeggiato i 17 anni lo scorso 3 agosto, proprio mentre l’Italia stava partendo per Lima.

CLAUDIA PROVARONI #8 – Schiacciatrice del Volleyrò, nata il 14 maggio 1998. Non è titolare, si merita qualche scampolo di partita nel corso del torneo ma non riesce ad andare a referto.

ALICE PAMIO #10 – Schiacciatrice del Volleyrò, nata il 15 gennaio 1998. Vale quasi lo stesso discorso della compagna ma lei va a referto contro Cuba (2 punti, 1 muro e 1 ace).

 

MARCO MENCARELLI – L’hombre de Lima. Il Commissario Tecnico, capace di lavorare in maniera egregia con il settore giovanile e di far crescere tecnicamente (e non solo) tutte le sue ragazze. Fa giocare e fa apprendere, due verbi cruciali in questa fascia d’età.

Per lui parla il suo palmares: due Mondiali (con le juniores nel 2011, con le cadette/pre-juniores nel 2015, entrambi nella capitale peruviana), tre Europei juniores (2006, 2008, 2010), un bronzo europeo juniores (2012). Con la Nazionale maggiore fu il vice di Bonitta nell’apoteosi di Berlino, poi guidò l’italia nella sfortunata stagione 2013 (solo quarti di finale agli Europei) e venne esonerato.

ALESSANDRO SPANAKIS – Vice allenatore

ROBERTO SCACCIA – Secondo assistente

SANDRO GENNARI – Fisioterapista

FLAVIO D’ASCENZI – Medico

LORENZO LIBRIO – Scoutman

ALESSIO TROMBETTA – Manager

 

Articoli correlati:

Mondiali U18 – Italia Campione del Mondo! Festa azzurra, prima volta storica

Mondiali U18 – Italia, un’apoteosi epica. Il ritratto di 12 azzurre Campionesse del Mondo e del CT delle giovani

Mondiali U18 – Tutti i premi individuali: l’Italia fa festa con Egonu e Orro

Mondiali U18 – Le parole delle azzurre. Paola Egonu: “Emozionata. Raggiungerò altri traguardi”. Orro e Piani: “Lacrime di gioia”

Lascia un commento

Top