Triathlon: Anna Maria Mazzetti sempre al vertice, in difficoltà gli uomini. Bene i giovani

mazzetti.jpg

Alla luce del Test Event preolimpico disputatosi a Rio de Janeiro, andiamo ad analizzare le condizioni degli atleti azzurri per quanto riguarda il triathlon. I protagonisti principali della disciplina hanno potuto testare il percorso che l’anno prossimo ospiterà la 31^ edizione dei Giochi Olimpici.

Per quanto riguarda i nostri colori, l’atleta più in forma è sicuramente Anna Maria Mazzetti: la portacolori delle Fiamme Oro ha vissuto un estate esaltante, con l’argento ai Campionati Europei di Ginevra alle spalle di Nicola Spirig, il nono posto ottenuto nelle World Series di Amburgo e l’ottava posizione nella preolimpica di Rio. C’è curiosità per vedere se la ragazza milanese possa ancora migliorarsi in vista del gran finale delle World Series che si disputerà a Chicago.

A Rio ha ben impressionato anche  Alice Betto, al rientro alle competizioni dopo il grave infortunio occorso alla caviglia. L’azzurra ha disputato un’ottima prestazione nelle prime due frazioni, rimanendo in compagnia della Mazzetti e delle altre grandi atlete del circuito. La speranza è che possa testarsi in questa ultima parte di stagione per poi prepararsi al meglio per gli appuntamenti del prossimo anno.

Sempre in campo femminile bisogna assolutamente registrare l’ottimo momento di Sara Dossena, salita sul terzo gradino del nella tappa ungherese di World Cup a Tiszaujvaros. Un bronzo vinto alle spalle della transalpina Audrey Merle e dell’australiana Felicity Sheedy-Ryan.

Discorso diverso in campo maschile, dove gli azzurri stanno davvero faticando per tenere il passo dei migliori. Alessandro Fabian a Rio è incorso in una caduta che ha compromesso la sua gara, ma già ad Amburgo non è riuscito a sostenere il ritmo dei big ne nella frazione di nuoto ne in quella ciclistica, soffrendo nel finale con la corsa. L’augurio è che possa recuperare al meglio per gli ultimi appuntamenti della stagione che porterà poi direttamente a Rio 2016. Lo stesso vale per Luca Facchinetti e Davide Uccellari, in calo rispetto ai risultati ottenuti nella prima parte di questo 2015.

Stanno emergendo invece le doti di Delian Stateff e Ilaria Zane, riusciti a conquistare una preziosa medaglia ai Campionati Europei Under 23 disputatasi a Banyoles (Spagna): bronzo per l’atleta delle Fiamme Azzurre, alle spalle del padrone di casa e favorito David Castro Fajardo, che si è imposto davanti all’inglese Marc Austin. Seconda invece la Zane, battuta soltanto dalla britannica Lucy Hall. Un risultato che potrebbe portare i due azzurri, dovessero crescere ancora, a giocarsi la possibilità di convocazione per le prossime tappe di World Cup e World Series.

Foto: FITRI

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina “Triathlon Italia”

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@oasport.it

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

Lascia un commento

Top