Tour of Utah: bentornato Taylor! Phinney è terzo, prima tappa a Reijnen

Taylor-Phinney-Photograph-by-Rama-Wikimedia-Commons-Cc-by-sa-2.0-fr.png

Non ha vinto. O forse sì. Il rientro alle gare di Taylor Phinney dopo quasi 15 mesi di inattività può essere considerato un successo. Durante i campionati nazionali statunitensi l’atleta della BMC era rimasto vittima di un terribile infortunio alla tibia che ha rischiato di porre prematuramente alla sua carriera.

Oggi, alla prima apparizione ufficiale in gruppo, il talento a stelle e strisce ha dato il largo ad un iniziativa di cinque corridori che l’ha portato a giocarsi la vittoria nel finale nella prima tappa del Tour of Utah con partenza e arrivo a Logan. Quasi senza correre per la vittoria, ha tirato la volata agli avversari. Successo, dunque, per il suo connazionale Kiel Reijnen (UnitedHealthCare) davanti ad un altro statunitense, Alex Howes (Cannondale-Garmin). Phinney si è piazzato terzo, dietro di lui Daniel (Axeon) e Van Zyl (MTN-Qhubeka). Il gruppo è stato regolato a 4” dal vincitore da Eric Young (Optum) mentre Sonny Colbrelli (Bardani-CSF) si è classificato sesto come miglior italiano.

Ma la notizia, oggi, è del ragazzone in maglia BMC che dall’alto dei suoi quasi 2 metri ha dimostrato di essere ancora un corridore. E che corridore. Bentornato, Taylor.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Photograph by Rama, Wikimedia Commons, Cc-by-sa-2.0-fr

Tag

Lascia un commento

Top