Tiro a segno|Italia, Londra 2012-Rio 2016: il confronto sulle carte olimpiche

giordano7.jpg

A Gabala, nell’ultima tappa di Coppa del Mondo, non è stata certamente un’Italia spumeggiante, eppure il tiro a segno nostrano non ha troppo da preoccuparsi.

Si, perchè se raffrontiamo il biennio olimpico di qualificazione 2010-2012 paragonandolo al periodo attuale 2014-2016 il dato sulle carte olimpiche raccolte è di poco inferiore.

Dal Campionato Mondiale di Monaco di Baviera alle Olimpiadi di Londra, gli azzurri ottennero complessivamente 7 pass olimpici, mentre ad oggi (Granada verso Rio), considerando che manca ancora l’appuntamento degli Europei a 10m edizione 2016, il numero di carte raccolte è pari a 5.
Il deficit dunque è presto quantificabile con 2 mancanze, che poi in realtà diventa solo una tarandola alla data di agosto 2011 con agosto 2015.

Petra Zublasing, Niccolò Campriani, Marco De Nicolo, Francesco Bruno e Giuseppe Giordano hanno confermato quanto di buono fatto nei due anni precedenti all’appuntamento londinese qualificandosi anche per la kermesse carioca; con Elania Nardelli e Luca Tesconi, o chi per essi, che dovranno provare l’exploit nell’ultima chance valida per inseguire le Olimpiadi agli Europei del 2016.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: UITS

 

Lascia un commento

Top