Rugby, test pre-Mondiali 2015: Italia, in Scozia per ingranare (e vincere)

11144784_1064095223601512_7688020671631941022_n.jpg

Passi il match di Torino, con tanti esperimenti e due mesi di carichi di lavoro sul groppone, ma da domani l’Italrugby comincerà a non avere più alibi. La nazionale guidata da Jacques Brunel si presenta a Murrayfield per il replay del test contro la Scozia con un obiettivo ben chiaro: la vittoria. E non potrebbe essere altrimenti vista la formazione scelta dal ct transalpino, molto vicina a quella titolare ad eccezione di poche pedine (Fuser, Esposito, Vunisa, Palazzani).

Gli azzurri, insomma, cominceranno ad uscire allo scoperto ad Edimburgo. Cominceranno a capire chi sono e quali margini di crescita avranno da qui a tre settimane, quando verrà tolto il velo sui Mondiali. Toccheranno con mano il divario (a favore o meno) con la Scozia, al solito l’ago della bilancia della nazionale per capire quanto l’Italia sia vicina alle potenze del Sei Nazioni, da affrontare poi quando la posta in palio diventerà ben più alta. A Murrayfield sarà partita vera, molto più dell’abulico ed inconcludente (per entrambe le squadre) incontro dell’Olimpico, che poco o nulla ha detto sulla condizione delle due verso il Mondiale. Eppure, gli azzurri sono riusciti lo stesso a mettere in mostra i soliti difetti: errori cronici di handling e di creazione del gioco, calo quasi scientifico negli ultimi venti minuti e incapacità di sfruttare i momenti favorevoli. Contro le riseve scozzesi la partita è rimasta ugualmente appesa ad un filo, ma con la nazionale del Cardo in formazione altrettanto titolare (o quasi) per gli azzurri potrebbe esserci meno clemenza. Da seguire con attenzione lo scontro in prima linea, tutt’altro che scontato: chi la spunterà in mischia sarà già a metà dell’opera.

Kick-off alle ore 16:15 di sabato 29, diretta tv su DMAX (canale 52 del DTT, 28 del TivùSat, 136 di Sky)

Le formazioni

Scozia: 15 Stuart Hogg, 14 Sean Lamont, 13 Mark Bennett, 12 Peter Horne, 11 Tim Visser, 10 Finn Russell, 9 Greig Laidlaw, 8 David Denton, 7 John Barclay, 6 Ryan Wilson, 5 Grant Gilchrist, 4 Jonny Gray, 3 WP Nel, 2 Ross Ford, 1 Alasdair Dickinson.
A disposizione: 16 Stuart McInally, 17 Gordon Reid, 18 Jon Welsh, 19 Rob Harley, 20 Blair Cowan, 21 Henry Pyrgos, 22 Ruaridh Jackson, 23 Matt Scott.

Italia: 15 Luke McLean, 14 Angelo Esposito, 13 Michele Campagnaro, 12 Luca Morisi, 11 Leonardo Sarto, 10 Tommaso Allan, 9 Guglielmo Palazzani, 8 Samuela Vunisa, 7 Francesco Minto, 6 Alessandro Zanni, 5 Joshua Furno, 4 Marco Fuser, 3 Martin Castrogiovanni, 2 Leonardo Ghiraldini (c), 1 Matias Aguero.
A disposizione: 16 Andrea Manici, 17 Michele Rizzo, 18 Dario Chistolini, 19 Quintin Geldenhuys, 20 Mauro Bergamasco, 21 Marcello Violi, 22 Carlo Canna, 23 Andrea Masi

Twitter: @panstweet

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

daniele.pansardi@oasport.it

Credit FotosportIT/FIR – Roberto Bregani

Lascia un commento

Top