Pallanuoto, Mondiali Kazan 2015: Italia-Serbia 6-10, le pagelle del Settebello

Pallanuoto-Settebello-Renzo-Brico1.jpg

Un Settebello troppo brutto per essere vero nei primi minuti di gara, poi un tentativo di rimonta impossibile sul finale. La Serbia batte la banda di Sandro Campagna in semifinale e vola all’atto conclusivo, mentre Tempesti e compagni andranno a giocarsi il bronzo e il pass per Rio 2016 con la Grecia. Andiamo a vedere le pagelle della sconfitta odierna.

Stefano Tempesti, voto 7,5: il migliore dei suoi, come spesso capita. L’ultimo ad arrendersi, nonostante il larghissimo svantaggio. Il capitano di mille battaglie non sarà contento di questo risultato, ma di certo riuscirà a spronare i suoi giovani compagni per i prossimi obiettivi.

Francesco Di Fulvio, voto 6: il miglior giocatore azzurro del torneo non riesce ad accendere la sua luce contro i fenomenali serbi. Una sola rete per lui che si vede pochissimo in acqua.

Alessandro Velotto, voto 5: uno dei più in sofferenza. La giovane età questa volta la fa da padrone. Poco attivo in difesa, spesso fuori posizione.

Pietro Figlioli, voto 5: un Mondiale non esultante per l’italo-australiano. Come sovente accade timbra il cartellino, ma non basta.

Alex Giorgetti, voto 5: l’attaccante azzurro più forte, soffre moltissimo l’asfissiante difesa serba. Più volte raddoppiato, non riesce a lasciar partire le solite conclusioni dal suo braccio di fuoco.

Andrea Fondelli, voto 7,5: finalmente. Dopo un Mondiale sottotono, si sblocca nell’incontro più importante il talentuoso giocatore recchelino. Due bellissime reti per Deddy che però sono vane per il Settebello.

Massimo Giacoppo, voto 5: come tutta la difesa azzurra, paga le offensive serbe.

Nicholas Presciutti, voto 4,5: dopo l’esaltante prestazione con l’Ungheria, oggi paga la pressione come tutta la squadra. Male in attacco, male in difesa.

Niccolò Gitto, voto 5: leggi sopra.

Stefano Luongo, voto 5: decisivo con la rete nel terzo quarto con i campioni del mondo magiari, oggi non riesce a centrare la porta, se non sul finale.

Matteo Aicardi, voto 5: un’espulsione conquistata dopo pochi secondi, poi scompare, come tutti gli azzurri.

Fabio Baraldi, voto 5: gran rete da centroboa per il carpigiano, poi null’altro.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Pallanuoto Italia

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Foto: Renzo Brico

Tag

Lascia un commento

Top