Pallanuoto femminile, Kazan 2015: Australia-Italia vale la medaglia di bronzo

Italia-pallanuoto-femminile-setterosa-pallanuoto-foto-facebook-fina-deepbluemedia.jpg

Venerdì, alle 19.30, è il momento della nazionale italiana di pallanuoto femminile. Dopo la sconfitta ai rigori in semifinale contro l’Olanda la nazionale azzurra si giocherà il terzo gradino del podio alla rassegna iridata di Kazan 2015 contro l’Australia.

Avversaria ostica, e non potrebbe essere altrimenti. Le australiane vengono da ottimi risultati in campo internazionale. Nel 2012 hanno vinto il bronzo ai Giochi Olimpici di Londra, nel 2013 hanno chiuso al secondo posto il Mondiale, e in questo 2015 si sono inchinate solamente agli Stati Uniti nella finale di World League. Le ragazze del Down Under, dunque, sembrano partire con i favori del pronostico dopo aver ceduto il pass per la finale agli USA perdendo per 8-6 in semi.

L‘Italia viene da un’eliminazione ai rigori che fa male. Dopo una prima metà di partita negativa, in cui le orange sono passate in vantaggio per 5-1, c’è stata una reazione decisa. Quello deve essere il Setterosa che entra in vasca per il bronzo nella serata di venerdì.

Questo il commento del CT Fabio Conti dopo il match di ieri: “Più che pensare ai rigori dobbiamo pensare che siamo entrati in partita tardi. Abbiamo concesso troppo all’inizio. Loro l’hanno messa sul piano fisico e gli arbitri l’hanno concesso. Nel finale abbiamo avuto uno spunto di orgoglio. Abbiamo recuperato la partita e giocato alla pari contro una squadra che onestamente sta meritando il percorso fatto. Stasera torniamo in albergo con amarezza, ma non dobbiamo farci prendere dallo scoramento. Abbiamo una medaglia da contendere all’Australia. Sarà un’altra partita molto fisica e difficile“.

Alle 21, sempre di venerdì, si disputerà invece la finalissima che vedrà contrapposte USA e Olanda, con le statunitensi favorite per la conquista dell’oro.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Pagina Facebook FINA Deepblumedia

Lascia un commento

Top