Nuoto, Mondiali Kazan 2015: Marco Orsi, sogno di un podio mondiale!

Marco-Orsi-nuoto-foto-pagina-fb-fin-deepbluemedia.jpg

La giornata di oggi, oltre ad essere importante per il ritorno di vasca di Gregorio Paltrinieri nei suoi amati 1500 stile libero e la sua sfida a Sun Yang, avrà nella finale dei 50 stile il focus per i nostri colori. Di fatto, Marco Orsi, alla sua prima finale iridata, sulla distanza in vasca lunga nella gara individuale, ha possibilità per giocarsi un podio, soprattutto il gradino più basso, per il quarto tempo conquistato al termine delle semifinali di ieri in 21.86.

Sulla carta, infatti, Il francese Florent Manaudou (21.41) e lo statunitense Nathan Adrian (21.37) sono quelli che hanno impressionato maggiormente e che si giocano verosimilmente la medaglia d’oro. Orsi, invece, sfruttando anche la sua abilità allo stacco e primi 30m può essere della partita per il bronzo con il brasiliano Bruno Fratus, terzo crono di iscrizione alla finale in 21.60.

Servirà, però, il miglior “Bomber” ovvero quel nuotatore capace di nuotare in 21.64(record italiano) ai campionati italiani l’inverno scorso ed essere, per l’appunto, tra i migliori del mondo. Marco ha questa chance e deve crederci, anche perchè la conquista del metallo, in una gara come questa, ha un duplice significato, visto che parliamo di distanza olimpica.

Analizzando, il percorso di Orsi, prima di questa finale, questi campionati hanno riservato la grande soddisfazione della medaglia di bronzo della staffetta 4×100 stile nella giornata di apertura, e la non positiva prestazione dell’individuale, palesando uno stato di forma fisica e mentale tutt’altro che perfetto. Sui 50m invece, altra storia fin dal mattino con vittoria della propria batteria in un “comodo” 22.03 e poi secondo posto nella prima semifinale dietro solo ad Adrian. Pertanto una crescita tassonomica dal parte del nostro portacolori che può portare a sognare un podio mondiale, tenendo conto delle difficoltà.

Non resta che aspettare il responso della vasca, tenendo un occhio fisso alla corsia 6 e sperando che un altra medaglia iridata che da fenomeno onirico si tramuti in realtà.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Immagine: fonte Deepbluemedia

Twitter: @Giandomatrix

Lascia un commento

Top