Nuoto, Mondiali Kazan 2015, Marco Orsi: “Contento, più di così non riuscivo a fare!”

Marco-Orsi-nuoto-foto-da-pagina-fb-federnuoto-dpm1.jpg

Giornata priva di allori per i nostri azzurri in vasca per la penultima giornata di questi Mondiali di Kazan. L’evento clou per noi era senza dubbio la finale dei 50 stile di Marco Orsi in cui l’atleta di Budrio non è andato oltre un onorevole quinto posto in cui ha replicato il tempo delle semifinali in 21.86: “Io sono contento perchè essere quinto al mondo mi va bene – così ha dichiarato Orsi ai microfoni della Rai – Più di così non riuscivo a fare. 21.8 non è da buttar via. Il francese tira fuori in finale sempre qualcosa di più e complimenti a lui.

Controprestazioni sui 50 rana per Martina Carraro che dopo il record italiano della mattina sotto i 31 secondi (30.83) non si è ripetuta al pomeriggio: “La semifinale sapevo che era difficile mantenere la concentrazione. Ero molto tesa,non riuscivo a non pensare che era una semifinale mondiale. Non avevo mai fatto una gara a questo livello. Sono contenta per stamattina, peccato per il pomeriggio.”

Stesso discorso per Arianna Castigliana, anche lei presente nella stessa semifinale della Carraro, che dopo il 30.90 delle batterie mattutine ha peggiorato la prestazione in semifinale: “Ho sbagliato completamente il tuffo e sono uscita molto indietro rispetto alle altre. Per questo ho peggiorato il tempo. Peccato, era difficile entrare in finale. Volevo migliorare il mio tempo.”

Venendo a Simone Sabbioni, l’atleta romagnolo si migliora in 25.0 rispetto al mattino ma non è sufficiente per entrare in finale dei 50 dorso: “L’intenzione della finale c’è sempre. Ho abbassato 2 decimi dalla mattina. Al settimo giorno ci può stare. Domani nella 4×100 mista proverò a dare tutto quello che mi rimane!”

Per chiosare veniamo alla finale staffetta mista stile libero in cui l’Italia si è piazzata in quinta posizione e in cui gli atleti hanno denunciato stanchezza, giunti al finire della rassegna mondiale. Pippo Magnini in particolare ha dichiarato: “Ci siamo divertiti c’erano squadre più forte di noi. Non eravamo in formissima visto che Marco Orsi era reduce dai suoi 50, io sono in fase calante e Federica (Pellegrini) comincia ad avere qualche acciacco dopo le tante gare disputate!”.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Immagine: fonte Deepbluemedia

Twitter: @Giandomatrix

Lascia un commento

Top