Nuoto, Coppa del Mondo: Paltrinieri ancora oro! Di Fabio 5°, Scozzoli 7°

oa-logo-correlati.png

Dopo l’oro iridato di Kazan e il successo in Coppa del Mondo a Mosca, Gregorio Paltrinieri si conferma il padrone dei 1500 sl e vince anche a Chartres, nella seconda tappa del circuito che da quest’anno si svolge in vasca lunga. La performance dell’emiliano, privo di rivali di spessore internazionale, non è comunque memorabile e il tempo finale scavalca il muro del quarto d’ora: il 15’04”98 basta e avanza per una comoda affermazione. Ora Greg, forte del primo titolo mondiale in lunga della carriera conquistato domenica scorsa con il mistero Sun Yang, potrà finalmente concedersi le meritate vacanze, in attesa di riprendere la preparazione in vista di Rio 2016.

Nicolangelo Di Fabio, azzurro classe 1996 seguito proprio da Paltrinieri nel progetto di sviluppo del settore giovanile targato Fin e Arena, coglie un prezioso quinto posto nei 200 stile libero. L’italiano, già argento mondiale in corta nella 4×200 sl a Doha 2014, si migliora rispetto alle batterie e tocca in 1’49”46. Vince la gara l’australiano Daniel Julian Smith, autore di un interessante 1’46”50. Settimo come in mattinata, invece, Fabio Scozzoli nei 100 rana che premiano l’olimpionico sudafricano Cameron Van Der Burgh con un ottimo 58”97 a poco più di un secondo dal record del mondo di Adam Peaty (57”92). Anche il romagnolo abbassa il suo crono rispetto alle qualificazioni, ma l’1’01”76 è ancora distante dalle sue reali qualità.

Florent Manadou, campione olimpico (2012), europeo (2014) e mondiale (2015) dei 50 sl non prende parte alla finale dopo il 21”64 – stesso crono con cui Marco Orsi detiene il record italiano – nuotato in mattinata a causa di un problema fisico alla schiena che gli aveva impedito ieri di iscriversi ai 50 farfalla. Ne approfitta l’americano Josh Schneider, primo in 22”11, ma spettacolo dimezzato proprio davanti al pubblico transalpino, che festeggia un Camille Lacourt da 24”75 nei “suoi” 50 dorso e incorona i soliti Katinka Hosszu (54”30 per vincere i 100 sl davanti a Missy Franklin, 54”34, e 4’35”80 nei 400 misti) e Chad Le Clos (doppietta 100 farfalla-200 dorso in 51”04 e 1’57”81). Infine, l’australiana Emily Seebohm domina i 100 dorso e non va troppo distante dal record del mondo di Gemma Spofforth già sfiorato a Kazan (58”12): 58”91 in solitaria.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Fina/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top