Moto2, Gp Repubblica Ceca 2015: la maturazione di Zarco, Rins e Morbidelli per sorprendere

zarco.jpg

L’undicesimo appuntamento del Mondiale Moto2, sul tracciato di Brno, avrà come temi principali la ricorsa al titolo di Johann Zarco, sempre più vicina, e le prestazioni di Alex Rins e Franco Morbidelli, tra le sorprese della stagione 2015.

Partendo dall’attuale leader della classifica iridata, possiamo dire che il 2015 potrebbe essere quella della consacrazione. Sempre estremamente veloce ma non con la dovuta continuità, a Zarco era sempre mancato quel quid per esplodere ed essere tra le figure dominanti della categoria. In questo senso, anche il non aver mai avuto una moto molto prestazionale ha contribuito a non dargli regolarità nei risultati.

Quest’anno, invece, la musica è cambiata e i 9 podi in 10 gare, tra cui 3 vittorie, parlano chiaro sulle maturazione del pilota transalpino. I 71 punti di vantaggio su Rins, immediato inseguitore della graduatoria generale, sono una rassicurazione importante e potrebbero consentirgli di correre di conserva senza dover rischiare al 101%. Una gestione che, tuttavia, appare difficile per un driver delle caratteristiche del francese sempre estremamente aggressivo e veloce.

Venendo al già citato Rins, il pilota spagnolo, rookie dell’annata, ha conquistato la sua prima vittoria in Moto2, nell’ultimo round nel Midwest, disputando una corsa semplicemente perfetta per controllo degli avversari e pneumatici. Una capacità di lettura “agonistica” fuori dal comune che gli ha regalato 25 importanti per il morale, aggiungendoli agli altri splendidi risultati del 2015: 5 podi in totale. Un grande talento quello dell’iberico che sembra sia già finito nei radar di un team di MotoGP, il tech3 di Hervé Poncharal. Forse una nomination precoce, per un giovane alle prime esperienze in Moto2 che avrebbe bisogno di più tempo per dare ulteriori conferme sulle proprie qualità. Del resto, quanto sta accadendo ad un altro talento in erba come Jack Miller, nella top class, parla da solo su come non vadano mai bruciate troppo in fretta le tappe.

In tema di sorprese, possiamo anche menzionare il nostro Morbidelli, autore di un bellissimo podio ad Indianapolis e costantemente tra i primi sia in America che nel round del Sachsenring, prima delle vacanze estive. Il “Morbido” appare in crescita e maggiormente consapevole della sua velocità. L’ottimo lavoro svolto con il team Italtrans comincia a dare i primi frutti e chissà se anche a Brno non arrivi un’altro bel risultato.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Immagine: twitter Johann Zarco

Twitter: @Giandomatrix

 

 

Lascia un commento

Top