Mondiali atletica 2015, DIRETTA LIVE: l’Europa c’è. Schippers oro e record europeo, Shubenkov star dei 110 hs! Trionfo Bartoletta nel lungo

Marcia-Rigaudo-Pagina-FB-Elisa-Rigaudo.jpg

Benvenuti ad una nuova Diretta Live dei Mondiali di atletica 2015 in corso di svolgimento a Pechino.

Dopo i risultati della mattinata, con la squalifica delle azzurre Elisa Rigaudo ed Eleonora Giorgi nella marcia, diventa il giorno di Tianna Bartoletta. La statunitense è chiamata a confermare gli strabilianti risultati ottenuti nel corso della stagione nella finale del salto in lungo femminile. Grande spettacolo in pista con la finale dei 200 metri femminili. In gara l’olandese volande Dafne Schippers e le giamaicane Veronica Campbell Brown ed Elaine Thompson. Si preannunciano fuochi d’artificio per quanto riguarda le gare ad ostacoli. Nei 110 maschili si ripeterà il duello tra lo statunitense David Oliver ed il giamaicano Omar McLeod, in una finale dove tutti gli otto partecipanti hanno la possibilità di conquistare l’oro iridato. Tante emozioni dunque, e tutte da vivere con noi nella nostra Diretta Live testuale. Buon divertimento!

IL PROGRAMMA DI OGGI

Clicca F5 per aggiornare la pagina

15.36: oro alla Giamaica con Danielle Williams con 12″57 davanti alla tedesca Cindy Roleder (12″59) e alla bielorussa Talay (12″66). Incredibile debacle delle statunitensi, tutte giù dal podio con Rollins quarta.

15.35: tutto pronto per la finale dei 100 ostacoli. Tra pochissimo il via

15.30: tra cinque minuti i 100 ostacoli con queste atlete al via: Talay (Blr), Zbaren (Sui), Rollins (Usa), Williams (Jam), Nelvis (Usa), Porter (Gbr), Roleder (Ger), Williams (Jam).

15.25: queste le qualificate per la finale del giavellotto. Hussong (Ger), Li (Chn), Spotakova (Cze), Borman (Usa), Obergfoll (Ger), Gleadle (Can), Viljoen (Saf), Stahl (Ger). Ripescate Molitor (Ger), Lyu (Chn), Ozolyna (Lat), Winger (Usa).

15.20: oro Russia nei 110 ostacoli!!! Sergey Shubenkov con 12″98, record russo, davanti a Hansle Parchment (Giamaica) con 13″03, terzo Merritt (Usa) con 13″04. Francia quarta e quinta: Martinot-Lagarde e Bascou

15.15: tra poco la finale dei 110 ostacoli. Al via: Martinot Lagarde (Fra), Darien (Fra), Merritt (Usa), Bascou (Fra), McLeod (Jam), Shubenkov (Rus), Parchment (Jam), Oliver (Usa)

15.08: la tedesca Christin Hussong all’ultimo tentativo tira il giavellotto a 65.92 e con il personale balza in testa alle qualificazioni ed entra (settima) in finale. Si qualifica all’ultimo tentativo (ottava) anche la tedesca Linda Stahl con 63.52

15.04: Schippers vince dunque i 200 donne i con 21″63 in rimonta sulla giamaicana Elaine Thompson 21″66, terza la esperta Veronica Campbell-Brown (21″97), quarta la statunitense McGrone, quinta la britannica Asher-Smith.

15.03: è oro per Tianna Bartoletta che all’ultimo salto conquista il primo posto nel lungo donne con 7.14. Secondo posto per la britannica Procton, terza la serba Spanovic, quarta la canadese Nettey. Grandissime emozioni anche in questa gara!

15.02: Spanovic eguaglia il 7.01 che le dà in questo momento la medaglia di bronzo. Solo Proctor alla fine della gara

15.01: Incredibile salto di Tianna Bartoletta che con 7.14 vola in testa al salto in lungo!!!!

15.00: Fantastica rimonta dell’olandese Dafne Schippers con un grandissimo 21″63, quarto risultato di sempre e record europeo!!!

14.59: tutto pronto per i 200 piani donne

14.58: nullo anche per Nettey e dunque medaglie asegnate. Vedremo se cambierà qualcosa in testa negli ultimi tre salti.

14.57: i primi quattro salti dell’ultimo turno del lungo donne sono tutti nulli o passati. Non cambia nulla in classifica.

14.55: prima delle tre finali della velocità del pomeriggio!!! I 200 metri donne dove si preannuncia grande spettacolo. Al via Campbell-Brown (Jam), Lalova-Collio (Bul), Asher-Smith (Gbr), Thompson (Jam), Schippers (Ned), McGrone (Usa), Tarmoh (Usa), Simpson (Jam)

14.54: Spotakova con 65.02 è la sesta atleta a raggiungere direttamente la finale nel giavellotto donne.

14.53: si conclude anche la quinta rotazione di salti del lungo femminile. Non cambia nulla nelle posizioni che contano nonostante il 6.98 di Spanovic che resta seconda

14.48: iniziata la quinta rotazione di salti nel lungo donne. Si migliora la svedese Sagnia con 6.78 ed è settima.

14.45: al termine della prima giornata di gare del Decathlon Eaton domina con 4703, davanti a Warner (Can) 4503, terzo il tedesco Freimuth (4406), quarto il tyedesco Kazmirek (4401), quinto il tedesco Schrader (4355)

14.44: Ashton Eaton piazza un incredibile 45″ netto nei 400, tempo da finale mondiale in gara individuale, fatto al termine di una giornata di gara e vola sempre più verso l’oro del Decathlon. E’ primo con 4703. Nell’ultima serie dei 400 secondo posto per uno staccatissimo Kazmirek con 46″83.

14.40: non si migliorano le ultime cinque della graduatoria del salto in lungo con il quarto salto

14.38: l’algerino Bourrada vince la terza serie dei 400 metri del Decathlon con 47″60 davanti al brasiliano Dos Santos (47″89).

14.33: Shara Proctor vola in testa alla gara del lungo!!! Nell’ultimo salto del terzo turno la britannica fa segnare il record britannico con 7.06 ed è prima. Già decise le qualificate ai tre salti di finale. Sono Proctor (6.07), Spanovic (7.01), Bartoletta, (6.95), Nettey (6.95),. Ugen (6.85), Mihambo (6.79), Deloach Soukup (6.67), Sagnia (6.67). Eliminate Myronchik-Ivanova (Blr), Klishina (Rus), Johnson-Thompson (Gbr), Jarder (Swe).

14.31: la canadese Elizabeth Gleadle con 64.02 è la quinta atleta a superare la misura di qualificazione per la finale del giavellotto donne

14.30: il tedesco Freimuth vince la seconda serie dei 400 metri del Decathlon con 47″82 che frutta 918 punti, secondo il russo Shkurenev con 47″88.

14.28: iniziate le qualificazioni del giavellotto nel gruppo B. La cinese Li ha già raggiunto la finale con 65.07

14.27: bel salto di Tienna Bartoletta che si inserisce al secondo posto con 6.87 che non migliora il suo 6.95 ma migliora la seconda prestazione e le permette di scavalcare la canadese Nettey in seconda piazza

14.23: iniziato il terzo turno di salti nel lungo. Cambia poco o nulla in vetta con l’inserimento di Mihambo alla sesta piazza con 6.79

14.21: il ceco Helcelet vince la prima serie dei 400 piani con 49″66, davanti allo statunitense Ziemek (49″89)

14.18: tra poco quinta gara del Decathlon, i 400 metri, che vede in testa lo statuinitense Eaton con 3643, davanti al canadese Warner (3587), terzo Felix di Grenada con 3518, quarto il tedesco Freimuth (3488), quinto Kasyanov (3434)

14.11: situazione in costante movimento nel lungo donne. La statunitense Bartoletta con 6.95 si inserisce al terzo posto con la stessa misura della canadese Nettey che è seconda per la migliore seconda misura. Quarto posto per la britannica Ugen (6.85), quinto per la svedese Sagnia (6.67).

14.07: il kenyano Manangoi vince la seconda semifinale dei 1500 con 3’35″00, davanti all’algerino Makhloufi (3’35″05), terzo il marocchino Iguider (3’35″20), quarto il britannico Grice (3’35″58), quinto il kenyano Cheruiyot (3’35″74), sesto e qualificato lo statunitense Andrews (3’35″88), settimo e qualificato l’0etipe Aman Wote (3’35″97)

14.03: tra poco la seconda semifinale dei 1500 uomini. Al via Bustos, Philibert-Thiboutot, Grice, Matthews, Manangoi, Wote, Cheruiyot, Andrews, Makhloufi, Manangoi, Grice, Cronje

14.02: la statunitense Deloach Soukup con 6.67 si inserisce al terzo posto, la bielorussa Myronchik-Ivanova al quarto con 6.66

14.01: Ivana Spanovic spara un 7.01 nel lungo donne (record serbo) e scatta al primo possto. Salto da podio

13.59: il kenyano Kiprop vince la prima semifinale dei 1500 in 3’43″48, secondo il neozelandese Willis (3’43″57), terzo il kenyano Kiplagat (3’43″64), quarto lo statunitense Centrowitz (3’43″97), quinto lo statuinitense Manzano (3’44″28).

13.55: nel lungo donne buon salto della canadese Nettey che piazza 6.95, seconda la britannica Johnson-Thompson (6.63), terza Klishina (6-60), tutti nulli gli altri.

13.53: al via la prima semifinale dei 1500 uomini. Kiprop, Willis, Gebremedhin, Mouhyadin, Ozbilen, O’Hare, Hannes, Manzano, Kiplagat, Bensghir, Centrowitz, Diaz. Primi cinque in finale e due migliori tempi di ripescaggio

13.50: iniziata la finale del salto donne. Al via Ugen (Gbr), Sagnia (Swe), Nettey (Can), Johnson-Thompson (Gbr), Bartoletta (Usa), Klishina (Rus), Myronchik-Ivanova (Blr), Deloach Soukup (Usa), Jarde (Swe), Spanovic (Srb), Mihambo (Ger), Proctor (Gbr)

13.48: la plurimedagliata tedesca Obergfoll all’ultima possibilità tira fuori le unghie e, con 64.10, conquista un posto in finale nel giavellotto, assieme alla sudafricana Viljoen, alla statunitense Borman. Le altre per il ripescaggio.

13.46: queste le atlete qualificate per la finale dei 100 ostacoli. Williams (Jam), Nelvis (Usa, Porter (Gbr), Talay (Blr), Rollins (Usa), Roleder (Ger), Williams (Jam), Zabare (Sui)

13.44: la statunitense Brianna Rollins vince la terza semifinale dei 100 ostacoli (12″71), davanti alla giamaicana Shermaine Williams (12″86). Terza ma eliminata la belga Zagre

13.41: la tedesca Molitor si avvicina alla finale con 63.23 nelle qualificazioni del giavellotto

13.40: terza e ultima semifinale dei 100 ostacoli con Wu, Morozova, Rollins, Ivancevic, Williams, Holder, Koleczek, Zagre

13.36: la britannica Porter vinced la seconda semifinale con 12″62, secondo posto con primato personale la tedesca Cindy Roleder (12″79), terza la svizzera Zbaren con 12″81.

13.33: partenza falsa della statunitense Kendra Harrison che viene squalificata. Gli Usa perdono anche la seconda protagonista nei 100 ostacoli

13.31: la statunitense Brittany Borman è la seconda atleta qualifciata per la finale con 64.22.

13.30: seconda semifinale dei 100 ostacoli. Al via Galitskaia, Laing, Haririson, Beckles, Roleder, Porter, Jennecke, Zbaren

13.29: tiro da (quasi) qualificazione per la cinese Lyu Huihui che piazza un 63.15 molto vicino alla misura per la finale

13.27: dopo due rotazioni la sola sudafricana Viljoen ha superato la misura di qualificazione (63.50) nel gruppo A delle qualificazioni del giavellotto donne. Secondo posto per la cinese Zhang (61.80) e terza l’ucraina Hatsk-Fedusova (61.41).

13.24: Danielle Williams (Giamaica) vince la prima semifinale dei 100 ostacoli donne, con 12″58, davanti a Sharika Nelvis (Usa) con 12″59 e terza la bielorussa Alina Talay (12″70). Cade al secondo ostacolo la statunitense Don Harper, una delle favorite.

13.21: a breve le semifinali dei 100 hs femminili. Nel giavellotto femminile la sud-africana Viljoen è la prima qualificata diretta con 63,93 metri.

13.05: nel giavellotto femminile c’è la prima atleta qualificata per la finale. E’ la sudafricana Viljoen con 63.93

13.02: nella notte italiana sono svanite le possibilità di medaglia legate ai 20 km di marcia femminile con le squalifiche di Giorgi e Rigaudo ma c’è anche qualche buona notizia con il quinto posto di Antonella Palmisano, la meno attesa delle tre azzurre al via. Nell’alto qualificato per la finale Gianmarco Tamberi e niente da fare per Fassinotti, vittima dell’infortunio alla caviglia

13.00: buona giornata a tutti gli appassionati di atletica. E’ appena iniziata la sessione pomeridiana della settima giornata dei Mondiali di Pechino. E’ in programma la qualificazione del giavellotto donne

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pagina Facebook Elisa Rigaudo

One thought on “Mondiali atletica 2015, DIRETTA LIVE: l’Europa c’è. Schippers oro e record europeo, Shubenkov star dei 110 hs! Trionfo Bartoletta nel lungo”

  1. ale sandro scrive:

    Non male l’Europa questo pomeriggio 😀
    Un grande Shubenkov! Li ha bruciati tutti e va sotto i 13″ davanti a dei grandissimi Parchment e Merritt, per non parlare dei francesi e di Oliver. Sempre più spesso ci mette le zampate anche quando non è tra i primi tre favoriti alla vigilia.
    Bellissime gare al femminile. Schippers a livelli super, come del resto la Thompson, la gara dei 200 una delle più avvincenti del mondiale anche per questo finale con rimonta dell’olandese “sul filo di lana”. Può davvero fare grandissime cose nell’immediato futuro anche nella distanza più breve dove è arrivata seconda. L’eptathlon ha contribuito a formare un’atleta eccellente anche sul piano strettamente fisico. Per Rio credo che il destino sia ovviamente la velocità. Penso che se le cose dovessero andare molto bene, si potrà concedere forse una puntatina anche al passato, magari agli europei nel prossimo quadriennio, se il calendario della manifestazione le darà una mano. Mi dispiace per McGrone e Asher-Smith, si potesse avrei dato un posto sul podio a loro, ma sono stato ahimè facile profeta su come sarebbe andata a finire dopo l’episodio dell’altro giorno.
    Nel lungo grande Bartoletta , Spanovic e Proctor,quasi tutta la gara in testa, in tre sopra i sette metri,ma anche le altre molto vicine. Colpi di scena anche oggi , basti pensare anche ai 100 ostacoli.

Lascia un commento

Top