Judo, Mondiali cadetti 2015: Chiara Lisoni settima, vince Sanne Vermeer

Judo-Mondiali-cadetti-Sarajevo-2015.png

Dopo le due medaglie d’argento vinte nella prima giornata da Biagio D’Angelo e Sofia Petitto ed il titolo mondiale conquistato ieri da Giovanni Esposito, la terza giornata dei Campionati Mondiali cadetti di judo 2015 non ha regalato podi alla nazionale italiana. Sui tatami bosniaci di Sarajevo sono comunque state assegnate quattro nuove medaglie d’oro e non sono mancate le emozioni.

La categoria 73 kg ha premiato il greco di origine georgiana Vasili Balampanasvili, reduce dal bronzo dell’EYOF di Tbilisi. In finale, il rappresentante ellenico ha realizzato un vero e proprio show, vincendo la finale con il lettone Nikita Duinovs con due yuko ed un ippon conclusivo. Anche i quattro incontri precedenti erano stati vinti per ippon dal neocampione iridato. In terza posizione si sono classificati l’ucraino Oleksandr Cherkai e l’uzbeko Jasur Sodikov. Le speranze italiane erano affidate a Christian Parlati, numero tre del tabellone, che ha sconfitto per yuko lo spagnolo Alberto Varela Ferrer prima di cede per ippon al mongolo Munkhbayasgalan Erdenesukh.

Grande sorpresa nella categoria 81 kg, dove si è imposto il tedesco Falk Petersilka, diciassettenne che non vanta grandi risultati internazionali. Il teutonico ha battuto in finale il brasiliano Igor Morishigue per uno shido di differenza. Completano il podio il bosniaco Toni Miletić e l’uzbeko Sherkhon Turaboev.

Due volte campionessa asiatica cadetti, la giapponese Ryoko Takeda ha conquistato il suo primo titolo mondiale nella categoria 57 kg, realizzando due yuko ed un waza-ari sulla finlandese Kaia Kanerva, accreditata della prima testa di serie del tabellone. Medaglie anche per la tedesca Hannah Deliu e per la polacca Anna Dabrowska, mentre l’azzurrina Flavia Favorini è stata eliminata al primo turno dalla brasiliana Ketelyn Nascimiento per uno shido.

L’ultima categoria in gara quest’oggi era la 63 kg, che ha visto il trionfo dell’olandese Sanne Vermeer, anche lei già bronzo all’EYOF di Tbilisi. La rappresentante Oranje ha impiegato poco più di un minuto per chiudere l’incontro di finale con la giapponese Chie Sasaki. Altra atleta quotata, la serba Anja Obradović ha chiuso in terza posizione come l’ucraina Hanna Kakharuk. Buona la prova dell’italiana Chiara Lisoni: la diciottenne ha sconfitto l’algerina Kahdidja Saïdi e la polacca Barbara Kulik prima di cedere contro le future medagliate Sasaki e Kukharuk, chiudendo dunque in settima posizione.

Domani si concluderanno le prove individuali con i combattimenti delle ultime quattro categorie: 90 kg e +90 kg per i ragazzi, 70 kg e +70 kg per le ragazze.

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top