Judo, Mondiali 2015: tabelloni, azzurri e favoriti della quarta giornata

Judo-Edwige-Gwend-Clarisse-Agbegnenou-IJF.jpg

Il programma di domani domani dei Campionati Mondiali di judo 2015, organizzati per la prima volta dalla capitale kazaka, Astana, prevede una nuova giornata di combattimenti, a partire dalle ore 07:00 italiane. A distribuire altri due titoli in questo quarto giorno della rassegna iridata saranno le categorie 63 kg femminile ed 81 kg maschile.

CLICCA QUI PER LA GUIDA COMPLETA AI MONDIALI

63 KG FEMMINILE

LE TESTE DI SERIE
1 Tina Trstenjak SLO
2 Clarisse Agbegnenou FRA
3 Yarden Gerbi ISR
4 Kathrin Unterwurzacher AUT
5 Martyna Trajdos GER
6 Anicka Van Emden NED
7 Miku Tashiro JPN
8 Munkhzaya Tsedevsuren MGL

LA CAMPIONESSA IN CARICA
La ventiduenne francese Clarisse Agbegnenou ha conquistato lo scorso anno il suo primo titolo mondiale dopo aver già ottenuto l’argento nell’edizione 2013. Imbattuta durante tutta la stagione 2014, quest’anno ha avuto diversi problemi fisici, e si è dovuta accontentare del bronzo europeo e del secondo posto al World Masters di Rabat. Agbegnenou ha comunque detto che il suo obiettivo stagionale sarebbe stato quello di confermarsi campionessa del mondo ad Astana, e sicuramente sarà una delle principali pretendenti alla vittoria.

LE FAVORITE
La principale rivale della francese sarà sicuramente la slovena Tina Trstenjak, numero uno del ranking mondiale. Vincitrice al World Masters di Rabat proprio su Agbegnenou, la venticinquenne ha però fallito l’appuntamento con l’oro europeo, perdendo la finale con la sorprendente Martyna Trajdos, che sarà presente anche ad Astana con la testa di serie numero cinque. Da non sottovalutare neanche la sempre presente Yarden Gerbi, non più quella della vittoria mondiale a Rio de Janeiro 2013 ma capace ogni volta di dare il meglio di sé negli appuntamenti che contano, anche quando la condizione fisica non la sostiene in toto.

L’AZZURRA
Numero nove del mondo, l’azzurra Edwige Gwend non ha potuto usufruire di una testa di serie per avere un tabellone più agevole. La venticinquenne, che quest’anno si è classificata terza nei Grand Prix di Zagabria e Tbilisi, inizierà il proprio percorso contro la messicana Jazmin Toral, mentre al secondo turno troverà, in caso di vittoria, la svedese Anna Bernholm, già battuta quest’anno al Grand Slam di Tjumen’. I problemi potrebbero però arrivare agli ottavi di finale, dove Gwend rischia concretamente di trovare sul suo cammino la numero uno Trstenjak, atleta con la quale ha perso tre dei quattro scontri diretti disputati.

81 KG MASCHILE

LE TESTE DI SERIE
1 Avtandili Tchrikishvili GEO
2 Antoine Valois-Fortier CAN
3 Loïc Pietri FRA
4 Ivan Nifontov RUS
5 Takanori Nagase JPN
6 Victor Penalber BRA
7 Kim Jae-Bum KOR
8 Sven Maresch GER

IL CAMPIONE IN CARICA
Classe 1991, il georgiano Avtandili Tchrikishvili è stato il dominatore della categoria nelle ultime stagioni. Dopo l’argento vinto nel 2013, lo scorso anno si è laureato campione mondiale, mentre agli Europei vanta già tre medaglie d’oro consecutive. Questi risultati ed il primo posto nel ranking mondiale fanno di lui il favorito per un nuovo successo anche sui tatami di Astana, sebbene abbia subito qualche battuta d’arresto, come in occasione del World Masters di Rabat, dove si è dovuto accontentare di una terza posizione.

I FAVORITI
Alle spalle di Tchrikishvili, i suoi possibili rivali sono soprattutto due: il canadese Antoine Valois-Fortier, finalista un anno fa, ed il francese Loïc Pietri, che lo sconfisse due anni fa nella finale iridata di Rio de Janeiro. Quest’ultimo, tra l’altro, è tornato a battere il georgiano quest’anno nella prova a squadre dei Campionati Europei di Baku. Tra gli altri atleti, sarà certamente da tenere d’occhio il sudcoreano Kim Jae-Bum, campione olimpico a Londra 2012 e già campione mondiale nel 2010 e nel 2011, mentre il Giappone punterà su Takanori Nagase, ventunenne che negli ultimi tempi si è fatto strada vincendo il Grand Slam di Tokyo ed il World Masters di Rabat.

L’AZZURRO
Il trentaquattrenne campano Antonio Ciano rappresenterà i colori azzurri nella categoria. Numero ventotto del ranking mondiale, Ciano ha ereditato dal sorteggio un tabellone non facile: dopo aver beneficiato di un pass nel primo turno, infatti, il capitano azzurro dovrà sfidare uno fra il rumeno Denis Mititelu ed il tunisino Abelaziz Ben Ammar, ma è al terzo turno dove potrebbe trovarsi di fronte al francese Loïc Pietri. A dare fiducia a Ciano c’è il ricordo dell’unico sconto diretto, vinto nel 2011 agli Europei di Istanbul: da allora, però, Pietri ha sicuramente aumentato esponenzialmente il suo livello. Va sottolineato anche che, in caso di successo, Ciano erediterebbe il tabellone del numero tre del seeding.

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top