Hockey su ghiaccio: la Serie A torna a 8 squadre. Il punto sul mercato

Hockey-ghiaccio-Fontanive-Milano-Carola-Semino.jpg

Estate sempre lenta e povera di notizie per gli appassionati italiani di hockey su ghiaccio, sport che l’anno scorso ha provato a rilanciarsi abbassando il numero di stranieri nel massimo campionato di Serie A (da 9 a 4) per valorizzare i talenti del vivaio e permetterne la crescita in ottica azzurra. Dopo una stagione dal livello non eccelso ma, tutto sommato, equilibrata e divertente, tutto sembra però già finito.

Il nobile Milano Rossoblu (finalista di Coppa Italia e semifinalista nei play-off scudetto), l’Egna e i “cugini” Appiano e Caldaro hanno infatti deciso di non iscriversi alla Serie A 2015-2016 per vari motivi – soprattutto economici – e, dunque, per l’ennesima volta l’hockey italiano compie un triste passo indietro in un progetto di rilancio che ormai appare utopico.

Il nuovo campionato sarà dunque formato dalle corazzate altoatesine Renon e Valpusteria, dall’Asiago con lo scudetto sul petto, dai piemontesi del Valpusteria, dal Gardena, dal Vipiteno, dal giovane e nuovo Fassa Falcons e dagli ampezzani del Cortina, uno dei club più attivi sul mercato e che, dopo una stagione negativa, può rilanciarsi ad alti livelli.

L’assenza di ben quattro squadre, infatti, ha liberato parecchi giocatori italiani e due pezzi pregiati ex Milano come il goalie Alex Caffi e l’attaccante Nicola Fontanive hanno sposato proprio il progetto veneto. A Cortina c’è anche il tecnico campione d’Italia in carica con l’Asiago, quel John Parco che ha liberato sull’Altopiano la panchina per Patrick Lefebvre, l’anno scorso alla guida dell’Appiano rivelazione dei play-off. Gli scudettati hanno però perso il portiere Vincenzo Marozzi e, soprattutto, la stella Kevin DeVergilio che va a rinforzare il Valpusteria.

Ottimo l’innesto della compagine di Brunico, una delle favorite per lo scudetto – obiettivo mai raggiunto in questi anni sempre al vertice – nonostante l’addio di Philip-Michael Devos, capocannoniere della Serie A 2014-2015. Anche l’altra stella della passata stagione, il milanese David Vallorani, ha salutato l’Italia direzione Germania: la formazione rossoblu ha smantellato, autoretrocedendosi in Serie B (formata da 16 squadre dal livello poco più che amatoriale) e mantenendo al momento il solo Alessandro Re come “chioccia” per i tantissimi under 20 provenienti dalle valli per motivi di studio e per gli ex under 18 che completano il roster lombardo.

Solido il Renon, sempre una garanzia e già completo, da tenere sotto controllo il Fassa che si sta muovendo con i primi stranieri (Mike Vaskivuo e Mark Lee ufficiali) e può ricoprire il ruolo di outsider dopo qualche stagione nelle zone basse della classifica. Tutto tace dalla Valpe: i piemontesi potrebbero firmare qualche ex Milano per motivi di “vicinanza” geografica. Anche Vipiteno e Gardena si sono mossi in grande anticipo: Daniel Fabris, Maksims Širokovsm, Johnny Lazo, Rupert Stampfer militeranno nelle fila dei Broncos con la permanenza di Jason Walters, mentre i biancorossi hanno ufficializzato come stranieri quattro americani. Si tratta dei difensori Shane Sims e Dere Eastman (una conferma) e degli attaccanti Justin Mercier e Luke Moffat. Per le Furie Rosse avvicendamento nella gabbia: Mark Demetz saluta e vola a Vipiteno, il goalie sarè il promettente azzurro Gianluca Vallini.

Con ancora molti nomi italiani (alcuni anche nel giro della Nazionale) in attesa di qualche chiamata, il mercato entrerà nella sua fase calda in questi ultimi giorni di agosto e nelle prime settimane di settembre, alle porte di un campionato del quale ancora non si conosce però né la formula né il calendario. Tempi magri per l’hockey azzurro, abbandonato dagli sponsor e mal gestito da addetti ai lavori e istituzioni.

Elenco stranieri già ufficiali:

RITTEN BUAM RENON – Andrew Engelage (G), Brad Cole (D), Brendan Cook (A), Dan Tudin (A)
VALPUSTERIA – Juuso Riksman (G), Ryan Kavanagh (D), Francois Bouchard (A), Justin Maylan (A)
ASIAGO – /
VIPITENO – Maksims Širokovs (D),  Johnny Lazo (A), Jason Walters (A), Adam Hughesman (A)
CORTINA – Mario Valery-Trabucco (A)
FASSA FALCONS – Mike Vaskivuo (A), Mark Lee (A)
VALPELLICE – /
GARDENA – Shane Sims (D), Derek Eastman (D), Justin Mercier (A), Luke Moffatt (A)

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Carola Semino

One thought on “Hockey su ghiaccio: la Serie A torna a 8 squadre. Il punto sul mercato”

  1. Luca46 scrive:

    E’ un peccato, purtroppo il momento del paese non favorisce lo sviluppo di nessuno sport.
    Certo che è triste vedere l’Hockey che comunque gode della copertura televisiva della Rai non riesce a trovare una buona copertura nemmeno nelle regioni alpine ma è relegato per lo più in Trentino.
    Non lo se quali possano essere i rimedi ma credo che chi ha sottomano la situazione possa sicuramente far meglio di così.

Lascia un commento

Top