Hockey prato, Europei Londra 2015: Italia-Polonia 1-1, bicchiere mezzo vuoto

10989177_10153932819676102_6724660138790290821_n1.jpg

Un pareggio che forse servirà a poco, ma il cuore azzurro in campo c’è stato ed è da premiare. L’Italia di hockey su prato femminile pareggia (partendo nettamente da favorita) per 1-1 con la Polonia ed ora un eventuale successo con il Belgio domenica nell’ultimo incontro dell’Europeo di Londra potrebbe non bastare per la salvezza. La squadra di Fernando Ferrara domina in ogni particolare l’incontro, ma non riesce a sfruttare l’infinità di opportunità avute.

Prima metà di gara assolutamente da incubo per le azzurre. Tiddi e compagne si riversano in avanti sin dai primi minuti, convinte della loro supremazia tecnica, ma non riescono a colpire e, anzi, al primo capovolgimento di fronte vengono punite dal corner corto di Rybacha sul quale interviene malissimo Chirico. Il leitmotiv prosegue anche nel secondo tempo: Italia attacca, Polonia che quasi raddoppia in contropiede. Allo scadere abbiamo la possibilità per dare un senso ai primi 30′: Mirabella intercetta una splendida pallina e si invola davanti al portiere che la ferma, è rigore. Socino si prende la responsabilità, ma spreca il penalty mandandolo a lato. Serve tornare negli spogliatoi per cambiare passo: il terzo quarto è tutto di marca azzurra, ma purtroppo non riusciamo a concretizzare le tante opportunità avute. Sono continuate le imprecisioni in zona offensiva anche nell’ultimo quarto: l’Italia si è gettata tutta all’attacco alla ricerca del gol del pareggio, senza però riuscirci fino all’ultimo minuto. Il cambio di portiere, con l’ingresso di Traverso (giocatrice di movimento) al posto di Chirico, ha spostato gli equilibri: l’Italia, dopo un lungo inseguimento, è riuscita a pareggiare a 38” dal termine con Elisabetta Pacella.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Hockey Italia

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Foto: CC21

Lascia un commento

Top