Hockey pista, Europei femminili 2015: Spagna-Portogallo, il solito duello. Ma il futuro è azzurro…

Italia_Hockey-pista_Femminile_CERH_Martemucci.jpg

Si sono conclusi in quel di Matera gli Europei 2015 di hockey su pista femminile e ciò che lascia la kermesse lucana, all’interno del panorama continentale è abbastanza visibile agli occhi di tutti.

Anche in “Rosa” il duello preponderante per la vittoria finale è sempre quello fra Spagna e Portogallo, con le prime vincenti anche in questo caso e capaci di mostrarsi concentrate e ciniche, sia nella singola partita sia nell’arco di tutto il torneo.

Il terzo posto raccolto dall’Italia ha però evidenziato che nel giro di qualche anno la nostra nazionale potrebbe diventare molto competitiva ed aspirare anche a qualcosa di più alto a livello planetario.
Dopo il lavoro del maestro Massari e le basi poste in pochi mesi da Pino Marzella, si vede finalmente una squadra fresca e votata al gioco offensivo con qualità. L’eta media poi (davvero bassa) non può che essere un vantaggio, a patto che la FIHP continui ad investire sul movimento sviluppando un calendario più ricco di partite per le ragazze anche durante la “stagione invernale”.

Attenzione però, perche le sorprese non sono finite in Lucania: da elogiare infatti v’è pure un’arrembante Germania che, nonostante una difficoltosa partenza, ha fatto poi vedere di essere in grande condizione dimostrando comunque di poter dar fastidio a tutti e andando a raccogliere inoltre la soddisfazione di battere una Francia in netta difficoltà, dopo il più che positivo Mondiale dell’anno scorso disputato in casa.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 

Lascia un commento

Top