Giro di Polonia 2015, lampo di Matteo Pelucchi! Battuto Kittel in un finale rocambolesco

Matteo-Pelucchi-ciclismo-saliceocchiali.it_.jpg

Squillo italiano nella seconda tappa del Giro di Polonia 2015. Al termine dei 146km tra Czestochowa e Dabrowa Górnicza, con annessa caduta di gruppo a 200 metri dall’arrivo, è Matteo Pelucchi a regolare un drappello di corridori scampati al capitombolo generale. Il corridore della IAM Cycling conquista la terza vittoria stagionale e torna al successo dopo sei mesi di digiuno, prendendosi uno scalpo importante come quello di Marcel Kittel.

Nella prima parte della tappa, piuttosto vallonata, si avvantaggiano cinque corridori: Kamil Gradek (Polonia), Adrian Kurek (CCC Sprandi Polkowice), Marcus Burghardt (BMC), Martijn Keizer (LottoNL-Jumbo) e Sander Armee (Lotto Soudal). Il quintetto procede compatto ma, come ieri, il gruppo non lascia grande spazio e li tiene nel mirino concedendo un massimo di poco più di due minuti di margine. Il primo a perdere contatto è Burghardt ad oltre 50km dalla conclusione, mentre gli altri battistrada verranno ripresi ai -20 sotto la spinta della Trek, della IAM e dell’Orica GreenEDGE in particolare. Gli ultimi chilometri sono molto più facili rispetto a ieri, in quanto caratterizzati da lunghi rettilinei e non dallo spettacolare susseguirsi di curve ammirato a Varsavia: la confusione, tuttavia, non manca. E’ l’Orica a trovarsi nella posizione migliore al momento di lanciare la volata, ma il capitano di giornata Caleb Ewan innesca una rovinosa caduta di gruppo. A giocarsi la volata sono una manciata di corridori e tra questi spunta negli ultimi metri uno splendido Pelucchi, abile a cogliere il momento giusto e ad anticipare un Marcel Kittel non perfetto e Giacomo Nizzolo. A seguire Kris Boeckmans (Lotto Soudal), le due punte della Lampre che però non hanno sfruttato il capitombolo, Sacha Modolo e Niccolò Bonifazio, e Salvatore Puccio (Team Sky). Kittel resta in Maglia Gialla.

Twitter: @panstweet

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

daniele.pansardi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top