Ginnastica, cosa serve per organizzare i Mondiali? Tutti i costi e gli obblighi: tornerà mai in Italia?

USA-Ginnastica-Mondiali-Nanning.jpg

I Mondiali di ginnastica artistica sono l’evento più importante per la Polvere di magnesio. Organizzare una rassegna iridata, però, è molto complicato e richiede addirittura cinque anni di preparazione.

Vediamo quali sono le richieste e gli obblighi necessari da adempiere per poterli ospitare.

 

Innanzitutto bisogna presentare richiesta ufficiale alla Federazione Internazionale Ginnastica almeno cinque anni prima dalla data prevista. Contestualmente bisogna pagare una rights fee, una tassa per i diritti di organizzazione, il cui valore varia a seconda del tipo di Mondiale:

–                     600mila dollari (circa 538mila euro) per organizzare la rassegna post-olimpica (come sarà quella di Montreal 2017);

–                     625mila dollari (circa 560mila euro) per organizzare la rassegna nell’anno pari del quadriennio (come sarà quella di Doha 2018);

–                     650mila dollari (circa 582mila euro) per organizzare la rassegna qualificante alle Olimpiadi dell’anno successivo (come succederà a Glasgow 2015 e poi a Stoccarda 2019).

 

L’organizzatore, inoltre, deve anche garantire almeno 98mila dollari di montepremi (circa 88mila euro). Avrà diritto, ovviamente, a gran parte degli introiti che proverranno dalla vendita dei biglietti e dalla cessione degli spazi di pubblicitari.

 

Non finisce qui perché il palazzetto deve rispettare una serie di requisiti:

–                     Deve avere almeno 6000 posti a sedere.

–                     Deve avere almeno 12 stanze per gli event management.

–                     Essere provvisto di un’area di riscaldamento di almeno 2000 metri quadrati.

–                     Essere dotato di sei aree dove allenarsi (4600 metri quadrati).

 

La città deve essere vicino a un aeroporto internazionale, gli alberghi devono essere a massimo 30 minuti di distanza dal palazzetto, devono esserci almeno 850 stanze a tre stelle in cui alloggeranno tutte le formazioni.

E se non bastasse, l’organizzatore deve avere un budget tra i quattro e i sei milioni di franchi svizzeri.

 

Si farà avanti l’Italia in un prossimo futuro? Non ospitiamo un Mondiale da Roma 1954…

 

Lascia un commento

Top