F1, la conferma di Kimi Raikkonen: scelta giusta per Ferrari o Vettel?

Raikkonen4-Ferrari-FOTOCATTAGNI.jpg

“Cosa posso dire… Poter rimanere ancora una stagione in Ferrari significa che il sogno continua‘. Sono queste le prime parole di Kimi Raikkonen dopo l’annuncio della Ferrari d’aver confermato il finlandese anche per il 2016. ”Come ho sempre detto, per me la scuderia è come una famiglia ed è con questa squadra che voglio concludere la mia carriera. Sono più motivato che mai e molto grato a chi mi ha offerto questa possibilità. Un grande ringraziamento va anche a tutti i tifosi della Ferrari che mi hanno sempre sostenuto”. 

Una scelta dunque che sa di continuità con il progetto iniziato quest’anno, con Sebastian Vettel in squadra, per non turbare gli equilibri che si sono creati nel corso della stagione corrente. Tuttavia ci poniamo una domanda: decisione giusta per Ferrari o per Vettel?

Il dubbio esiste dal momento che le prestazioni del finlandese, nel corso del 2015 non sono state all’altezza del suo compagno di squadra (1 podio contro 7 e 0 vittorie contro 2) con errori in Canada e nelle prove che ne hanno spesso condizionato le prestazioni. Un andamento che nel mese di Giugno, soprattutto, aveva fatto vacillare l’immagine di Kimi in squadra, con le dichiarazioni di Maurizio Arrivabene, Team Principal di Ferrari, assai critiche e senza troppi giri di parole. Pertanto, l’apertura di nuovo corso con piloti come Valtteri Bottas o Nico Hulkemberg, con quest’ultimo già da qualche anno nell’orbita di Maranello, sembrava la scelta migliore.

Evidentemente, il Cavallino Rampante ha guardato alla stabilità soprattutto riferita al suo attuale leader, Sebastian Vettel. E’ indubbio, infatti,  che la figura del tedesco nel team sia importante e visti i buoni rapporti con Raikkonen, è maggiormente conveniente avere un pilota che può fungere da “secondo” senza troppi rischi per Seb piuttosto che un altro driver con prospettive, diciamo, “disgreganti”.

Chissà, Spa potrebbe essere il palcoscenico ideale per il finlandese e convincere gli scettici della sua conferma in Rosso. Il curriculum del campione del mondo del 2007 è di 4 vittorie sul circuito delle Ardenne, con l’ultima vittoria della Ferrari 2009 proprio con Kimi. Staremo a vedere se la pista belga saprà regalare alla scuderia di Maranello e al finnico un’emozione simile.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

FOTOCATTAGNI

Twitter: @Giandomatrix

Lascia un commento

Top