EYOF Tbilisi 2015: bilancio record per la spedizione italiana

Eyof-Tbilisi-2015.png

La tredicesima edizione dell’European Youth Olympic Festival (EYOF) ha riservato all’Italia un bilancio record, migliore anche di quello ottenuto due anni fa ad Utrecht, in Olanda. A Tbilisi, infatti, la spedizione azzurra si è presentata con centoquattro atleti, dodici in meno rispetto al 2013, ma ha collezionato la bellezza di ventiquattro medaglie di cui dodici d’oro, chiudendo al secondo posto del medagliere finale alle spalle della Russia, un risultato che migliora nettamente la quinta posizione della passata competizione, quando gli Azzurrini ottennero ventuno podi con sette titoli.

La competizione dedicata agli atleti Under 17 ha visto l’Italia brillare particolarmente nel judo, con cinque titoli ed il primato nel medagliere della disciplina, nel ciclismo, con due medaglie d’oro sulle quattro disponibili, e nel nuoto, ma i podi sono arrivati anche dall’atletica, dal tennis, dalla ginnastica e dalla pallavolo. Tra le discipline presenti all’EYOF, dunque, solamente la pallamano ed il basket non hanno visto l’Italia protagonista.

Meglio dell’Italia, come anticipato, ha fatto la sola Russia, che come sempre ha dimostrato di avere un enorme bacino di sportivi di ottimo livello dai quali attingere. A parte la Francia, che si è classificata in terza posizione con nove medaglie d’oro e ventidue podi complessivi, hanno deluso le delegazioni di Gran Bretagna e Germania, rispettivamente settima ed undicesima del medagliere finale. Tra le sorprese, vanno invece annoverate la Slovenia e la Moldavia, quinta e sesta alle spalle della solida Ungheria, quarta. Naturalmente, visto il numero limitato delle discipline coinvolte e l’eterogeneità del livello dei partecipanti, il medagliere finale dell’EYOF non può essere utilizzato per tracciare un bilancio complessivo dello sport giovanile europeo, ma trattandosi di una competizione è sempre meglio ottenere risultati brillanti, ed in questo caso l’Italia ha risposto presente alla chiamata.

La manifestazione, patrocinata dal CIO e organizzata sotto l’egida dei Comitati Olimpici Europei, tornerà nel 2017, quando ad ospitarla sarà la città ungherese di Győr.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top