Equitazione: le Olimpiadi si allontanano per la squadra di completo?

Equitazione-Vittoria-Panizzon.jpg

La short list pubblicata dalla Federazione Italiana Sport Equestri (FISE) in vista dei Campionati Europei di concorso completo 2015, previsti dal 10 al 13 settembre a Blair Castle, in Gran Bretagna, ha scosso la fiducia di molti appassionati in ottica qualificazione olimpica a Rio 2016. La squadra azzurra si presenterà infatti alla rassegna continentale senza Vittoria Panizzon, infortunata ad una clavicola, e Stefano Brecciaroli, i cui cavalli sono stati ritenuti troppo giovani per prendere parte alla competizione, privandosi di fatto dei due atleti che più soddisfazioni le hanno dato nelle ultime stagioni.

Una situazione di certo non favorevole, visto che, per qualificare la squadra, l’Italia dovrà vedersela contro squadre del calibro di Francia, Spagna, Belgio e Svezia, con solamente due posti in palio. La situazione si era già resa complicata dopo che i Bleus avevano perso il loro pass in favore dei canadesi dopo la positività del cavallo Qalao des Mers di Maxime Livio, complicando ulteriormente la strada dell’Italia.

Oggettivamente, l’Italia non partirà dunque con i favori del pronostico per ottenere il pass a cinque cerchi, anche se una competizione lunga come quella del completo conserva sempre una grande dose di imprevedibilità che potrebbe giovare agli Azzurri. Più realisticamente, l’Italia potrebbe puntare ai trentadue posti individuali saranno attribuiti in base al ranking FEI di Marzo 2016, come avvenne a Londra 2012, quando proprio Panizzon e Brecciaroli presero parte alla gara individuale, con l’amazzone che concluse all’undicesimo posto. L’ultima qualificazione di squadra in questa disciplina risale invece a Pechino 2008, edizione nella quale ancora i due sopracitati furono protagonisti di un ottimo sesto posto in compagnia di Susanna Bordone, Fabio Magni e Roberto Rotatori.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top