Ciclismo, Under 23: Moscon, Martinelli e Petilli gli azzurri in evidenza durante questa stagione

Moscon.jpg

Quando siamo ormai al termine del mese di agosto e non lontani dai Mondiali di Richmond, che si disputeranno dal 20 al 27 settembre, andiamo ad analizzare quali corridori della categoria under 23, potranno rendersi protagonisti per la formazione azzurra alla luce dei risultati maturati nel corso di questa stagione.

La punta della formazione italiana dovrebbe essere Gianni Moscon, che ad inizio agosto ha centrato l’ottavo successo stagionale, il più importante della serie, conquistato in maglia azzurra nella prova di Coppa delle Nazioni di Taino (Varese). L’azzurro, grande talento di prospettiva per il ciclismo italiano, in particolare nelle corse di un giorno, dalla prossima stagione militerà nella formazione britannica del Team Sky con campioni del carico di Froome, Landa, Kennaugh e Viviani.

Un passaggio al professionismo atteso, così come quello di Davide Martinelli. I risultati parlano per lui: tre volte campione nazionale a crono tra gli Under 23 (e al primo anno il successo sfumò per soli 3”) e tanto altro. Dal prossimo anno l’atleta di Rovato, attualmente in forze alla Colpack, correrà con la Etixx-QuickStep, formazione belga con cui ha firmato un biennale. Recentemente bronzo ai Campionati europei sempre nella prova contro il tempo, il figlio del Direttore Sportivo dell’Astana, Giuseppe Martinelli, avrà un palcoscenico importante come lo è stato per il veneto Matteo Trentin.

Tra i talenti che si sono saputi mettere in evidenza c’è sicuramente la coppia classe 1993 della Unieuro-Trevigiani, composta da Simone Petilli e Stefano Nardelli. Petilli è riuscito a centrare diversi successi importanti in sagione e in particolare al Ronde de l’Isard, salendo anche sul podio del Giro della Valle d’Aosta alle spalle dell’australiano Will Power e del belga De Plus. Nardelli, trentino classe ’93, è stato una delle rivelazioni di quest’annata. Il giovane scalatore era già riuscito a distinguersi abbastanza nei 3 anni alla Gavardo, vincendo due cronoscalate del Monte Prat e battagliando coi migliori su tanti arrivi in salita. Dopo un Giro della Valle d’Aosta condotto ad alti livelli, arrivando sesto e spalleggiando bene Petilli, recentemente è arrivato il riscatto con il primo successo in linea, tra i dilettanti sempre nel trevigiano: l’internazionale Gp Sportivi di Poggiana.

Foto: pagina Facebook Gianni Moscon

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@oasport.it

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

 

Lascia un commento

Top