Canottaggio, Mondiali 2015: brilla il doppio senior di Gentili-Battisti. Bene il 4 senza pl

Gentili-Battisti-canottaggio-Federcanottaggio.jpg

Seconda giornata di gare ai Mondiali di canottaggio ad Aiguebelette (Francia) e nuovi segnali positivi per l’Italia.

Prestazione convincente per il nuovo doppio senior composto dal veterano Romano Battisti e dal 18enne Giacomo Gentili, reduce dall’oro conquistato ai Mondiali juniores nel singolo. Sull’equipaggio, formatosi da poche settimane, gravavano diversi punti interrogativi, spazzati via da una batteria dominata dall’inizio alla fine, tenendo ben alle spalle la quotata Gran Bretagna. Gli azzurri, qualificati per i quarti di finale, hanno fatto segnare anche il quinto crono assoluto di tutte le batterie, permettendosi di rallentare nelle battute finali. L’obiettivo finale, dunque, appare alla portata.

Promosso anche il 4 senza pesi leggeri di Martino Goretti, Stefano Oppo, Livio La Padula ed Alberto Di Seyssel. L’imbarcazione tricolore è transitata in testa a metà gara, prima di subire il serrate finale della favorita Danimarca. Un secondo posto positivo, che tuttavia obbligherà gli italiani al ripescaggio per approdare in semifinale. L’impressione è che questa barca abbia ampie chance di centrare l’obiettivo del pass per Rio 2016, anche se il vero traguardo è rappresentato dall’approdo nell’atto conclusivo che assegnerà le medaglie.

Laura Milani ed Elisabetta Sancassani hanno vinto il ripescaggio del doppio pesi leggeri femminile davanti alla Francia. Le campionesse del mondo del 2013, tuttavia, non hanno fornito segnali incoraggianti sulla loro condizione di forma ed ora dovranno superarsi per oltrepassare lo scoglio dei quarti di finale.

Non convince neppure il doppio senior femminile di Laura Schiavone e Sara Magnaghi, quinte nella batterie vinta dalla Nuova Zelanda. Le azzurre avranno l’opportunità di rifarsi nei ripescaggi, tuttavia non sarà semplice qualificarsi per le semifinali.

Avanza ai quarti di finale nel singolo senior femminile Gaia Palma, seconda nel recupero, mentre nell’equivalente competizione maschile è stato eliminato Luca Rambaldi.

Quinta piazza per l’otto senior (Stefanini, Infimo, Tranquilli, Frattini, Abagnale, Montrone, Agamennoni, Abbagnale, t. D’Aniello) in una batteria terribile vinta dalla Gran Bretagna davanti ad Olanda e Russia. Il tempo fatto segnare dai nostri portacolori, tuttavia, non è male, soprattutto se raffrontato all’altra heat dominata dalla Germania. Ora nei recuperi gli azzurri proveranno il colpaccio per l’approdo alla finalissima (solo i primi cinque si qualificheranno a Rio). Servirà un pizzico di fortuna.

Per quanto riguarda le gare non olimpiche, in finale il 4 di coppia pl (Casiraghi, Mulas, Pegoraro, Gherzi), in semifinale il due senza pl (Zaharia-Dell’Aquila), ai recuperi il due con (Parlato, Liuzzi, t. Riva) ed il 4 di coppia pl femminile (Sala, Masserano, Rodini, Trivella).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@oasport.it

Foto: Federcanottaggio

Lascia un commento

Top