Canoa velocità, Mondiali Milano 2015 – Prima giornata: tutti i qualificati alle Finali

idroscalo.jpg

Pomeriggio dedicato alle semifinali ai Mondiali 2015 di canoa e kayak velocità all’Idroscalo di Milano. Il resoconto della giornata con tutti i qualificati alle Finali e la situazione degli italiani (clicca qui per saperne di più).

 

K1 1000 METRI (maschile):

Accedono alla Finale A: il portoghese Fernando Pimenta (3:28.947) e i bulgaro Miroslav Kirchevv (3:29.607) dalla prima semifinale; il danese René Holten Poulsen (3:28.241) e l’australiano Murray Stewart (3:28.571) dalla seconda semifinale; il tedesco Max Hoff (3:26.139) e il bielorusso Aleh Yurenia (3:27.539) dalla terza semifinale; lo slovacco Peter Gelle (3:25.589) e il ceco Josef Dostal (3:25.609) dalla quarta semifinale; a questi si aggiunge il serbo Dejan Pajic (3:27.505) che realizza il miglior tempo di ripescaggio. Niente da fare per Alberto Ricchetti che chiude al sesto posto (3:30.673) la semifinale vinta da Hoff: per lui solo la Finale C.

K1 500 METRI (femminile):

Accedono alla Finale A: la neozelandese Lisa Carrington (1:49.407) e la bielorussa Volha Khudzenka (1:50.574) dalla prima semifinale; la polacca Ewelina Wojnarowska (1:50.415) e la portoghese Teresa Portela (1:50.725) dalla seconda semifinale; l’ungherese Anna Karaz (1:48.113) e la cinese Yu Zhou (1:48.813) dalla terza semifinale; la britannica Rachel Cawthorn (1:48.750) e l’azera Inna Osipenko (1:49.547) dalla quarta semifinale; a queste si aggiunge la slovena Spela Ponomarenko (1:50.060) con il miglior tempo di ripescaggio. Sofia Campana ha concluso la sua prova con il tempo di 1:53.207, sesta posizione nella quarta semifinale e parteciperà così alla Finale C.

K2 1000 METRI (maschile):

Accedono alla Finale A: la Slovacchia (3:09.731) e l’Italia (3:09.881) dalla prima semifinale; l’Australia (3:10.677) e la Francia (3:11.594) dalla seconda semifinale; Serbia (3:10.187) e Spagna (3:10.484) dalla terza semifinale; Germania (3:08.801) e Bielorussia (3:09.633) dalla quarta semifinale; a queste si aggiunge la Lituania con il miglior tempo di ripescaggio (3:09.773).

K2 500 METRI (femminile):

Accedono alla Finale A: l’Ungheria (1:39.117), la Danimarca (1:40.571) e la Gran Bretagna (1:41.405) dalla prima semifinale; Germania (1:39.441), Serbia (1:39.827) e Cina (1:40.147) dalla seconda semifinale; la Russia (1:39.780), la Polonia (1:40.291) e la Romania (1:41.566) dalla terza semifinale. L’Italia di Petracca/Fantini è ultima nella serie vinta dalla Russia con un alto 1:48.103 e dice addio a tutte le finali.

K2 200 METRI (maschile):

Accedono alla Finale A: Russia (31.625) e Germania (31.789) dalla prima semifinale; Serbia (31.641) e Lituania (31.841) dalla seconda semifinale; Francia (31.181) e Svezia (31.584); Ungheria (31.202) e Gran Bretagna (31.246) dalla quarta semifinale; a questi si aggiunge il Canada con il miglior crono di ripescaggio (31.537). L’Italia di Manfredi Rizza e Matteo Florio rimane così beffata: il terzo posto nella semifinale vinta dalla Francia e il tempo di 31.713 non bastano per ottenere il ripescaggio. Per loro la misera consolazione della Finale B.

 

C1 1000 METRI (maschile):

Accedono alla Finale A: il tedesco Sebastian Brendel (3:51.410) e il polacco Tomasz Kaczor (3:52.903) dalla prima semifinale; il ceco Martin Fuksa (3:50.399) e il canadese Mark Oldershaw (3:51.419) dalla seconda semifinale; l’unghese Atilla Vajda (3:49.931) e il francese Mathieu Goubel (3:50.878) dalla terza semifinale; ; il moldavo Serghei Tarnovschi (3:49.689) e l’ucraino Pavlo Altukhov (3:51.004) dalla quarta semifinale; a questi si aggiunge il russo Ilya Shtokalov con il miglior tempo di ripescaggio (3:51.766). L’azzurro Sergiu Craciun è solo settimo (4:00.992) nella semifinale vinta da Tarnovschi e disputerà la Finale C.

C1 200 METRI (maschile):

Accedono alla Finale A: il brasiliano Dos Santos (38.861) e l’azero Valentin Demyanenko (39.021) dalla prima semifinale; il bielorusso Artsem Kozyr (38.833) e l’ucraino Iurii Cheban (38.853) dalla seconda semifinale; il portoghese Helder Silva (39.466) e l’ungherese Jonatan Hajdu (39.888) dalla terza semifinale; il cinese Qiang Li (38.658) e il lituano Henrikas Zustautas (39.332) dalla quarta semifinale; a questi si aggiunge il russo Alexey Korovashkov con il miglior tempo di ripescaggio (38.910). L’azzurro Nicolae Craciun è quinto (40.110) nella semifinale vinta da Kozyr e disputerà la Finale B.

C2 500 METRI (maschile):

Accedono alla Finale A: Ucraina (1:40.143), Ungheria (1:40.697), Germania (1:40.721), Romania (1:40.863), Azerbaijan (1:41.850), Kazakhstan (1:41.877). L’Italia di Ferraina/Rodegher è sesta nella sua batteria, undicesimo tempo complessivo, fuori dalle Finali.

C2 500 METRI (femminile):

Accedono alla Finale: Ecuador (2:01.225), Canada (2:01.370), Romania (2:01.530), Brasile (2:02.155), Uzbekistan (2:02.752), Vietnam (2:02.864). L’Italia non aveva il proprio equipaggio in batteria.

Lascia un commento

Top