Calcio, Supercoppa Europea: ai supplementari decide Pedro. Barcellona-Siviglia 5-4

Stemma-Barcellona-calcio-libera.jpg

Calcio d’agosto? La Supercoppa Europea è un vortice di gol ed emozioni che dura 120 minuti. Barcellona e Siviglia, con difese – va detto – tutt’altro che esaltanti, danno vita a una finale memorabile che incorona

Il Siviglia passa in vantaggio dopo pochi minuti con una punizione di Banega. Ancora su calcio da fermo si accende il match: il protagonista assoluto è Messi, che buca due volte il portiere rivale con due mancini d’applausi. I blaugrana si divertono: tris di Rafinha, il fratello piccolo di Thiago Alcantara, poker di Suarez solo soletto nella difesa andalusa. Sul 4-1 la gara sembra chiusa, ma Mathieu non convince e prima Reyes e poi Gameiro (su rigore) la riaprono. Nel finale c’è spazio per Immobile, che confeziona l’assist per il pareggio di Konoplyanka all’86’. 

Nei tempi supplementarti il ritmo frenetico dei novanta minuti regolamentari cala e riprende il tiki taka del Barca. Al 115′ Messi si procura un calcio di punizione dal limite: calcia l’argentino, palla che si infrange sulla barriera e torna nuovamente al numero dieci che di sinistro chiama al miracolo Beto, ma sulla respinta si avventa Pedro, che probabilmente all’ultima partita in maglia blaugrana regala la Supercoppa al Barcellona.

Le emozioni non sono comunque finite perchè il Siviglia prima con Koke e poi con Rami sfiora incredibilmente il pareggio, ma alla fine a festeggiare è ancora una volta la squadra di Luis Enrique

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Lascia un commento

Top