Calcio, Serie A 2015/2016 – Arriva la rivoluzione: rose a 25, limitati gli over 21 e gli stranieri, più spazio ai giovani

Belotti-Italia-Inghilterra-under-21-calcio-foto-da-twitter-uefa.jpg

Rivoluzione nella Serie A di calcio che inizierà il prossimo weekend. Da questa stagione entra in scena la delibera della Federazione Italiana Giuoco Calcio che prevede una nuova regolamentazione delle rose, condivisa con l’Uefa e mirata a promuovere i talenti nostrani. Vediamone i punti principali.

 

  • ROSE A 25. Ogni squadra può essere composta da massimo 25 atleti con più di 21 anni di età, inseriti in una lista che verrà consegnata all’inizio del campionato.
  • Tra i 25 sarà obbligatorio inserire 4 giocatori cresciuti nel settore giovanile del club (cioè tesserati dai 15 ai 21 anni per almeno 36 mesi) e 4 giocatori di formazione italiana (tesserati per club italiani per almeno 3 anni, dai 15 ai 21 d’età). Solo per il 2015/2016 i quattro del vivaio possono essere sostituiti da quelli di formazione italiana ma non per le squadre che parteciperanno alle competizioni europee.
  • EXTRACOMUNITARI – Si potranno tesserare un massimo di 2 extracomunitari a condizione che ne sostituiscano altrettanti. Si accettano giocatori che abbiano un comprovato curriculum sportivo: almeno 2 presenze in Nazionale nella stagione in corso o almeno 5 in tutta la carriera.
  • CONSEGNA LISTE – Entro le ore 12.00 del giorno precedente la prima gara di campionato. Possono essere variate liberamente durante le finestre di mercato. Verranno nuovamente chiuse entro le ore 00.00 del giorno successivo alla fine della sessione.
  • SANZIONI – Per chi non si adeguerà è prevista la massima sanzione: la partita persa a tavolino.

 

Lascia un commento

Top