Aurora Ponselè: il nuoto di fondo è soprattutto tattica

Aurora-Ponselè-nuoto-di-fondo-foto-pagina-fb-bln-2014.jpg

Nonostante la proposta di matrimonio in mondovisione ricevuta dal compagno nonché neo campione iridato della 25 chilometri Simone Ruffini e la finale con record personale nei 1500 sl in vasca, i Mondiali di Aurora Ponselè non possono considerarsi positivi. Il talento più puro del nuoto di fondo italiano, infatti, ha mancato nella 10 km – l’unica gara disputata in acque libere – il pass olimpico, chiudendo molto lontana dai primi dieci posti con una prestazione tutt’altro che esaltante.

La pesarese, 23 anni, è partita a razzo ma ha sbagliato rotta dopo poche bracciate. L’errore di direzione le ha fatto allungare il tracciato di oltre 100 metri e, soprattutto, ha significato molte energie perse in poco tempo. Tornata in gruppo, l’azzurra ha fallito nuovamente la tattica di gara portandosi immediatamente in prima posizione. Il suo ritmo folle l’ha però portata definitivamente fuori giri. Risultato: crollo negli ultimi chilometri e 22esima posizione finale, fuori dalla top ten e molto lontana da Rio.

Questa purtroppo non è una novità per Aurora Ponselè, esplosa la scorsa estate con il bronzo europeo conquistato a Berlino. Anche in quell’occasione l’italiana, allenata da Emanuele Sacchi, non convinse del tutto da punto di vista strategico. L’azzurra pecca infatti nella gestione delle proprie risorse, pagando dazio nei momenti decisivi delle competizioni. Gestendosi all’inizio, forse, potrebbe andare tutto diversamente. E’ qui che l’aggressiva marchigiana può e deve migliorare, perché spesso l’acqua vince sulla fatica e uno sport che pare tutto muscoli e forza è invece soprattutto mentale.

Sono errori che le serviranno per il futuro“, il commento dello staff della nazionale dopo il flop mondiale. E la speranza è proprio che, nei prossimi anni, l’azzurra possa concretizzare tutte le qualità di cui gode per raggiungere le vette che le competono. Sulle orme di Martina Grimaldi e Rachele Bruni, campionesse già affermate che sapranno senza dubbio guidare il riscatto di Aurora. Il talento è fuori di dubbio.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Berlin 2014

Lascia un commento

Top