Atletica, Mondiali 2015 – L’analisi di tutte le gare: favoriti, sfide, outsider, emozioni (femminile)

Anna-Chicherova.jpg

Dopo aver analizzato le gare degli uomini, passiamo in rassegna le discipline femminili in vista dei Mondiali 2015 di atletica leggera.

 

100 METRI:

I favori del pronostico sono tutti per Shelly-Ann Fraser-Pryce, Campionessa del Mondo in carica e capace di laurearsi Campionessa Olimpica proprio in questo stadio sette anni fa.

La giamaicana si presenta anche con la miglior prestazione mondiale stagionale (10.74) e sembra imbattibile ma le avversarie non mancano a partire dalla colonia statunitense guidata da English Gardner (10.79) e da Tori Bowie (10.81). In realtà si punta moltissimo su Dafne Schippers, ma l’olandese è qualche decimo indietro: dovrà migliorarsi ulteriormente (10.92). Blessing Okagbare e Murielle Ahouré affacciate alla finestra.

200 METRI:

L’assenza inspiegabile della primatista mondiale stagionale Allyson Felix (ha preferito concentrarsi sui 400 metri) apre lo scenario a diverse atlete e il pronostico sarebbe impossibile se anche Shelly-Ann Fraser-Pryce, Campionessa del Mondo in carica ma che forse deciderà di gareggiare solo sui 100m. E allora via con il probabile duello tra l’olandese Dafne Schippers e la statunitnese Candyce McGrone.

400 METRI:

Allyson Felix concentrerà tutte le sue energie sul giro della morte ed è la superfavorita visto che le altre statunitense hanno fallito i trials (Francesa McCorory e Sanya Richards-Ross). La Reginetta non è ancora scesa sotto i 50 secondi in stagione e dovrà stare ben attenta a Shaunae Miller, la più veloce del lotto (49.92): la bahamense cerca un bel numero ma dovrà stare attenta a sentire la pressione. Christine Ohuruougu difenderà il titolo ma non sembra al top della forma.

 

800 METRI:

Eunice Sum in pole position per il bis iridato ma dovrà ben guardarsi le spalle. Selina Buchel sogna il colpaccio per la sua Svizzera, la cubana Rose Almanza è seconda nelle liste stagionali e non vorrà tornare a casa a mani vuote, attenzione al fenomeno Alysia Montano e a Brenda Martinez.

1500 METRI:

La gara di Genzebe Dibaba. Riuscirà a ritoccare ulteriormente il suo vertiginoso record del Mondo dopo il numero di Montecarlo? Difficile che accada in gara senza lepri ma l’etiope è chiamata a volare. Abeba Aregawi è la Campionessa uscente ma non è al top della condizione, Shannon Rowbury e Jennifer Simpson possono far sognare gli USA, Laura Muir e Sifan Hassan gli spauracchi dall’Europa.

 

5000 METRI:

Genzebe Dibaba è la favorita numero 1 ma potrebbe arrivare in Finale con le gambe stanche visto che contemporaneamente dovrà sostenere i turni dei 1500m. La sua rivale principale sarà Almar Ayana, ostica da sconfiggere come ha già dimostrato in diverse occasioni. Mercy Cherono, Viola Kibiwot, Senbere Teferi, Faith Kypyegon per le altre medaglie.

10000 METRI:

Vivian Cheruiyot parte favorita per replicare il titolo di Daegu 2011. Gelete Burka guida le liste stagionali: sarà una grande battaglia. Alemitu Heroye per il bronzo.

 

100 METRI OSTACOLI:

Sharika Nelvis, Dawn Harper Nelson, Kendra Harrison, Brianna Rollins. Quattro statunitensi per il podio, per la prima volta tutte le medaglie delle barriere potrebbero finire nello stesso Paese. Sarà una battaglia da urlo con la Nelvis leggermente favorita e la Rollins che vorrà difendere il titolo. Difficilmente si introdurrà qualcosa, forse spazio per Tiffany Porter mentre pesa l’assenza per infortunio della stella Sally Pearson.

400 METRI OSTACOLI:

L’attesissima battaglia tra Zuzana Hejnova e Kaliese Spencer. La giamaicana ha dominato la stagione (12 vittorie su 13), la ceca è la vera stella della disciplina e rientra da un lungo infortunio per difendere il titolo conquistato a Mosca. Ci sarà spazio anche per Shamier Little, primatista mondiale stagionale (53.74).

 

SALTO IN ALTO:

Assente la Campionessa in carica Svetlana Shkolina ci sarà da divertirsi con le altre stelle: Anna Chicherova, Blanka Vlasic, Ruth Beitia, Maria Kuchina. Saranno necessari 2 metri per trionfare e ci sarà sicuro spettacolo.

SALTO CON L’ASTA:

Si paga il ritiro di Elena Isinbaeva, la disciplina fatica a decollare. Ci proveranno Yarisley Silva, Jennifer Suhr e Fabiana Murer: attorno a 4.80 si andrà a medaglia.

SALTO IN LUNGO:

La 19enne Tianna Bartoletta sentirà della pressione o manterrà il suo status di primatista mondiale stagionale? Shara Proctor e Brittney Reese sono sulla carta le più attrezzate e favorite, non dimentichiamoci della bella Darya Klishina.

SALTO TRIPLO:

L’eterna battaglia tra Ekaterina Koneva e Caterine Ibarguen con Olha Saladuha che non vorrà tirarsi indietro. La colombiana difende il titolo, la russa detiene la miglior prestazione mondiale stagionale.

 

GETTO DEL PESO:

L’assenza della stella Valerie Adams apre la strada per il successo a Christina Schwanitz e Lijiao Gong che battaglieranno per le medaglia insieme a Michelle Carter.

LANCIO DEL DISCO:

Sandra Perkovic per proseguire il proprio dominio ma la croata è già stata sconfitta in questa stagione e le cubana Denia Caballero e Sandra Perkovic non promettono nulla di buono.

TIRO DEL GIAVELLOTTO:

Gara imprevedibile con 14 atlete racchiude in 2 metri in questa stagione. Barbora Spotakova cerca il tocco di classe, Christina Obergfoll cerca la conferma, Sunette Viljoen conduce le liste per un soffio davanti a Kimberley Mickle. Tostissima.

LANCIO DEL MARTELLO:

Tutti per la bordata della polacca Anita Wlodarczyk che può cercare il Record del Mondo dopo aver spedito l’attrezzo oltre gli 81 metri. Betty Heidler, Martina Hrasnova e Alexandra Tavernier per le altre medaglie.

 

MARATONA:

Edna Kiplagat va in caccia di un leggendario tris consecutivo mai riuscito a nessuna. La Campionessa del Mondo parte favorita visto anche il caldo. Da tenere d’occhio Mare Dibaba che ha il miglior accredito stagionale, Eunice Kirwa può dire la sua.

20KM DI MARCIA

Russe sì o russe no? Teoricamente dovrebbero essere assenti, ma il mistero verrà svelato solo sulla linea di partenza. Superfavorita è la cinese Hong Liu, fresca di record del Mondo (1h24:38) che cerca l’iride dopo tre podi consecutivi (bronzo nel 2009 e nel 2013, argento nel 2011). La sua connazionale Lu Xiuzhi è la papabile per la medaglia d’argento ma verrà messa in discussione fino all’ultimo da Eleonora Giorgi, seconda in Coppa Europa, primatista nazionale e unica concreta speranza di medaglia per l’Italia al femminile. Possibilità anche per la ceca Anezka Drahotova e per l’ucraina Lydymyla Olyanovska senza dimenticarsi di Elisa Rigaudo che qui conquistò il bronzo alle Olimpiadi 2008.

 

Articoli correlati:

Mondiali 2015 – Tutto il programma, orari e tv: show a Pechino

Mondiali 2015 – Tutto il montepremi: quanto si guadagna? Super jackpot per i Record del Mondo

Mondiali 2015 – Come si effettueranno i test antidoping? Tutte le istruzioni e le modalità

 

Mondiali 2015 – L’analisi di tutte le gare (maschili): favoriti, outsider, record, sfide 

Mondiali 2015 – L’analisi di tutte le gare (femminili): favoriti, outsider, record, sfide

Mondiali 2015 – Tutte le stelle (maschili): da Bolt a Gatlin, tra alto e triplo

Mondiali 2015 – Tutte le stelle (femminili): da Pryce a Vlasic, con qualche assenza

Mondiali 2015 – I Campioni Olimpici 2008 ritornano a Pechino: da Usain Bolt ad Asbel Kiprop

Mondiali 2015 – Tutti i medagliati secondo le liste mondiali stagionali

Mondiali 2015 – Quali Record del Mondo verranno abbattuti? Sogno altro e triplo

 

Mondiali 2015 – Le speranze di medaglia dell’Italia: tutti in marcia e il salto in alto

Mondiali 2015 – Italia, tutti gli obiettivi degli azzurri: atleta per atleta, tra medaglie e finali

 

Tag

Lascia un commento

Top