Atletica, Mondiali 2015 – Italia, riuscirai a passare un turno? Libania Grenot speranza del terzo giorno

libania-grenot.jpg

Libania Grenot


L’Italia riuscirà a passare finalmente un turno ai Mondiali 2015 di atletica leggera? Dopo 8 eliminazioni su 8 nei primi due giorni di gara, è questa la domanda principale che attanaglia gli appassionati della Regina degli sport.

Gli azzurri sono in crisi nera a Pechino e solo i maratoneti sono riusciti a dare un po’ di luce a questa spedizione. Lunedì 24 agosto con solo due atleti in pista, tra l’altro in una sola specialità: siamo davvero ai minimi storici.

 

Ad ogni modo le chance di qualificazione sono affidate a Libania Grenot, carta di tutto rispetto, impegnata nelle batterie dei 400 metri. La Campionessa d’Europa si presenta agguerrita all’appuntamento iridato, motivata a raggiungere quella finale che in carriera le è sempre mancata. In stagione ha corso 51.07, tempo che si auspica migliorabile allo Stadio Olimpico.

La Panterita sarà impegnata nella sesta e ultima serie insieme ad avversarie di un certo spessore a partire dalla bahamense Shaunae Miller, tra le favorite per una medaglia. La giamaicana Novlene Williams-Mills è atleta di grande fama internazionale, presenti anche l’ucraina Olha Zemlyak e la russa Ekaterina Renzhina: non sarà così scontato entrare tra le prime tre per essere certe del passaggio del turno. Ripescaggio per i sei migliori tempi (ci sono sei serie).

Ci sarà anche l’altra azzurra Maria Benedicta Chigbolu, impegnata nella terza serie. Ha un personale di 51.67 realizzato proprio quest’anno e che, come logica vorrebbe, andrebbe ulteriormente migliorato nell’occasione che conta. Christine Day è la stella della batteria, ottimo accredito per Kabange Mupopo (50.86), Mariya Mikhailyuk e Joyce Zakary sono le avversarie da controllare per potere sperare in un passaggio del turno che sarebbe davvero l’obiettivo massimo per la giovane.

 

Tag

Lascia un commento

Top