Atletica, Mondiali 2015 – Dominio Toth: l’inferno della 50km è terra Slovacchia. De Luca lontano 15esimo

Matej-Toth.jpg

Matej Toth è il nuovo Campione del Mondo nella 50km di marcia. Lo slovacco, primatista mondiale stagionale, domina la gara più lunga dell’intero panorama ed entra in solitaria allo Stadio Olimpico di Pechino con la bandiera alzata al cielo (3h40:32). Prima vittoria in assoluto per la Slovacchia ai Mondiali di atletica leggera.

Partito in solitaria nelle prime battute di gara, il 32enne ha subito spezzato le reni a tutti gli avversari, risultando imprendibile per l’intero plotone. Per Toth questo è il risultato più importante della carriera insieme alla vittoria della Coppa del Mondo 2010 e all’argento conquistato lo scorso anno agli Europei.

Il nuovo Campione del Mondo rifila quasi due minuti di distacco all’australiano Jared Tallent (3h42:17), bravo a staccare il plotone nel corso della gara e a conquistare l’ennesima medaglia ai Mondiali, anche se manca ancora una volta il tato agognato oro: bronzo nel 2013 e nel 2011, oggi è d’argento proprio come alle Olimpiadi 2012.

Il podio è completato dal giapponese Takayushi Tanaii (3h42:55), non sorpresa assoluta ma non tra i favoriti per le medaglie.

Solo quinto l’irlandese Robert Heffernan, Campione del Mondo in carica (3:44.17). L’eterno 45enne Jesus Angel Carica è nono (3h46:43) al suo 12esimo Mondiali, da annotare il record sudamericano dell’ecuadoregno Andres Chocho (3:46.00).

Azzurri dispersi e lontani dalle posizioni che contano, a ennesima riprova di un Mondiale disastroso per tutto il Paese (maratoneti e Palmisano esclusi): Marco De Luca è 16esimo (3h53:02), Matteo Giupponi è 17esimo (3h53:23), Teodorico Caporaso è 25esimo (3h56:58).

 

Lascia un commento

Top