Atletica, Mondiali 2015: Bolt – Gatlin, la sfida più attesa

Bolt-Gatlin.jpg

Dal 22 al 30 agosto prossimo andranno in scena i Campionati mondiali di atletica leggera nella cornice dello stadio Olimpico di Pechino. Tra gli atleti più attesi sicuramente il francese Renaud Lavillenie nel salto con l’asta, il grenadino Kirani James nei 400 metri, il bosniaco Amel Tuka negli 800, ma sicuramente il duello più acceso sarà quello tra il giamaicano Usain Bolt e lo statunitense Justin Gatlin nelle gare di velocità.

Il primo non ha bisogno di presentazioni, è forse lo sportivo più conosciuto del pianeta al pari di Cristiano Ronaldo e Lionel Messi. Nato a Trelawny il 21 agosto 1986, Bolt è l’uomo più veloce della storia, detentore del primato mondiale sia nei 100 che nei 200 metri, oltre alla staffetta 4×100. Nel corso degli anni è diventato il più giovane campione del mondo juniores ad appena 16 anni nell’edizione di Kingston 2002, con un crescendo che gli ha permesso di stabilire il record del mondo in ben cinque record mondiali. Il “fulmine” conta anche 6 ori olimpici e 8 iridati.

Carriera invece completamente differente per il 33enne di New York che, dopo aver conquistato la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Atene nel 2004, viene squalificato per doping, essendo stato trovato positivo al testosterone. Tornato dal periodo di ferie forzate, si qualifica per la gara dei 100 metri ai Mondiali di Daegu nel 2011, dove però non supera la semifinale. Qui il suo destino inizia ad incrociarsi con quello del fenomeno giamaicano che ai Giochi Olimpici di Londra lo batte sia nei 100 metri (Gatlin terzo), che nella 4×100, in una gara velocissima. Stessa storia si ripete l’anno seguente, con Justin che si appende al collo due argenti ai Mondiali di Mosca.

Il 2015 è stato però dominato dallo statunitense, detentore delle quattro migliori prestazioni dell’anno, dove spicca il 9″74 di Doha contro il 9.87 di Bolt, ottenuto allo stadio Olimpico di Londra il 24 luglio scorso. Nei 200 il discorso non cambia: il 28 giugno Gatlin ferma il tempo su uno straordinario 19.57, mentre “flash” si è fermato ad un misero (per lui…) 20.13.

Tra infortuni ed assenze ai vari meeting, il faccia a faccia in pista è stato sempre rimandato, ma ora l’appuntamento con i Mondiali è troppo importante e nessuno dei due spinter vuole mancare.

Chi è il favorito? Difficile dirlo. Stando a quanto successo di recente il risultato sembra scontato e Gatlin dovrebbe facilmente conquistare il titolo iridato. Bolt però non ha mai fallito nelle occasioni che contano, tirando fuori sempre il meglio dalle difficoltà. Come ad esempio a Berlino 2009, quando stupì il mondo con il 9.58 sui 100 ed il 19.19 sui 200. Se Bolt sarà il vero Bolt, il Bolt che si permette il lusso di rallentare nel rettilineo finale per esultare, realizzando comunque la miglior prestazione di sempre, allora forse non ce ne sarà per nessuno.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 gianni.lombardi@oasport.it

 

Lascia un commento

Top