Atletica, Mondiali 2015 – Alfio Giomi: “Cambiare i gruppi militari. Chi non fa risultati deve essere dismesso!”

yadisleidy-pedroso-3.jpg

Alfio Giomi scoperchia anche il vaso di Pandora sui gruppi militari dopo i disastrosi Mondiali 2015 di atletica leggera. Spesso, infatti, molti sportivi sono arruolati ma in seguito faticano a mantenere uno standard di prestazioni accettabili (pur ricevendo comunque a fine mese uno stipendio garantito dai contribuenti, cioè tutti quanti noi…).

Queste le parole del Presidente FIDAL: “Le logiche di entrate/uscite dai gruppi sportivi stanno cambiando. Ci sono elenchi precisi. A noi interessa solo un certo numero di atleti, un ricambio continuo: chi, nel giro di due anni, non farà risultati, dovrà essere dismesso. Una società, quest’anno, ha rinunciato a 18-20 atleti. Per mettere a punto il meccanismo servirà un po’ di tempo, ma è definito”.

Apriti cielo. Immaginiamo già le reazioni dei gruppi militari, e soprattutto, degli atleti reclutati. Forse la pacchia è finita?

 

Articoli correlati:

Alfio Giomi: “Italia, il peggior Mondiale della storia. Atteggiamento inadatto. A Rio 2016 in pochi”

Alfio Giomi: “Cambiare la logica dei gruppi militari. Chi non fa risultati deve essere dismesso”

Alfio Giomi: “Italia, tre soluzioni per provare a risorgere”

Massimo Magnani: “Bocciati tecnici e coach. Serve più controllo. Molti azzurri dicano addio all’Italia”

 

(foto FIDAL/Colombo)

Tag

One thought on “Atletica, Mondiali 2015 – Alfio Giomi: “Cambiare i gruppi militari. Chi non fa risultati deve essere dismesso!””

  1. irlandese scrive:

    Mah! Ancora nessuna critica sulla gestione dirigenziale, nessun accenno sull’ecatombe di tesserati. Nel mirino solo gli atleti

Lascia un commento

Top