Volley, World League – L’Italia debutta in Final Six. Gli azzurri rivoluzionati sfidano la Serbia

Luca-Vettori-Italia-Serbia-World-League.jpg

Stasera (ore 21.05, diretta tv su RaiSport1) l’Italia farà il proprio debutto nella Final Six della World League 2015 di volley maschile.

La nostra Nazionale è nel marasma più totale. La “cacciata dei 4” ha tenuto banco negli ultimi due giorni: Zaytsev, Travica, Sabbi e Randazzo sono stati rispediti a casa dopo la notte brava di sabato. Mezza formazione titolare smantellata, grande confusione in gruppo e ora semplicemente la voglia di lasciarsi tutto alle spalle, mettendo tutte le energie in campo.

Terza Final Six consecutiva per l’Italia dopo i bronzi di Mar del Plata 2013 e di Firenze 2014.

 

L’esame è dei più duri perché al Maracanazinho di Rio de Janeiro, dove nel 1990 conquistammo il nostro primo Mondiale e dove vent’anni fa gli azzurri alzarono al cielo la World League, ci aspetta l’ostica Serbia. Avversario sempre duro da digerire per i nostri colori e che ci ha già fatto male in questa stagione: tre sconfitte su quattro incontri giocati nella Pool A eliminatoria, con l’unica vittoria per 3-2 a Bologna.

Certo era tutta un’altra Italia. Ed è proprio da questo nodo che si riparte. Stasera vedremo in campo una formazione totalmente rivoluzionata, lontana dalle idee originarie di Mauro Berruto, inventata quasi al momento e ad hoc per questa occasione.

Tutto il lavoro che si è svolto negli ultimi mesi, il tentativo di coesione del gruppo, le prove di amalgama in campo e di intesa tra i reparti sono state dimenticate a Copa Cabana. Ma proprio questo potrebbe essere il nostro punto di forza: chissà che da un gruppo totalmente nuovo e molto motivato, senza eccessive pressioni ma con il desiderio di dimostrare che sa giocare bene, non possano uscire dei risultati molto interessanti.

 

Si ripartirà da Simone Giannelli in cabina di regia, invocato da più parti dopo la super Finale Scudetto e dopo due uscite da urlo con la casacca azzurra. Servirà un po’ di continuità dall’opposto Luca Vettori, davvero troppo opaco negli ultimi incontri. Emanuele Birarelli torna capitano e riprenderà per mano la squadra dal centro del campo affiancato verosimilmente da Simone Anzani: ricordiamo che il Bira è reduce da una lombalgia ma dovrebbe avere recuperato nel migliore dei modi. Anche Filippo Lanza si era infortunato nella gara2 contro il Brasile ma il suo apporto è fondamentale di banda probabilmente con Oleg Antov. Massimo Colaci il pilastro in posizione di libero.

Inutile porsi obiettivi di risultato. L’importante sarà tirare fuori un po’ di Italia, di orgoglio e di buon gioco contro una Serbia già affiatata e ben messa in campo da Grbic. Atanasijevic, Petric, Stankovic, Podrascanin, Kovacevic sono conoscenze del nostro campionato: tanta potenza offensiva, grandi muri, servizio ficcanti le armi principali degli slavi che punteranno sulla gestione di Jovovic.

Partiamo con tutti gli sfavori del pronostico, ma…

 

Articoli correlati:

World League – Final Six: tutto il programma, orari e tv

World League – Final Six: tutti i gironi e gli incontri

World League – Final Six: tutte le squadre ai raggi X. Favorite e outsider

World League – Final Six: tutte le squadre partecipanti, le rose complete, giocatori e sestetti

World League – Final Six: si respirano le Olimpiadi! Il Maracanazinho è pronto per Rio 2016

World League – Final Six: montepremi milionario! Quanti soldi per l’Italia?

 

World League – Final Six: tutti i convocati dell’Italia

World League – Final Six: le ambizioni dell’Italia. Il gruppo rivoluzionato per il sorpresone?

World League – Final Six: l’Italia di nuovo al Maracanazinho! Il tempio del nostro primo Mondiale. Per ripetere l’impresa?

World League – Final Six: tutti gli azzurri ai raggi X. Stagione, stato di forma, obiettivi e…

World League – Italia che digiuno! La Finale manca da 11 anni, la Coppa da una vita

World League – Final Six. Mauro Berruto: “Vogliamo la Finale. Italia sulla strada giusta, la squadra sta bene”

 

World League – Basteranno le scuse? L’Italia rinascerà dalla cacciata dei 4? Qual è il futuro?

World League – Ivan Zaytsev dopo la cacciata: “Chiedo scusa. Ho tradito tutto il gruppo. Tanta fatica e poi…”

World League – Dragan Travica dopo la cacciata: “Ho commesso una leggerezza. Un capitano non doveva farlo”

World League – Giulio Sabbi dopo la cacciata: “Errore gravissimo. Capita di sbagliare. Chiedo scusa”

World League – Luigi Randazzo dopo la cacciata: “Chiedo scusa. L’Italia non merita questa pubblicità”

World League – Final Six. Italia clamorosa! Cacciati 4 azzurri: Zaytsev e Travica, motivi disciplinari

World League – Final Six. L’Italia ha il suo nuovo capitano. La cacciata di Travica ci regala…

World League – Final Six. La “cacciata dei 4″ rivoluziona l’Italia. Questo il sestetto titolare?

World League – Final Six. Mauro Berruto: “Rispettare i valori quando si veste l’azzurro! L’Italia al centro”

World League – Final Six: l’Italia è a pezzi. Scoppia il gruppo, la cacciata distrugge la Nazionale. E il futuro…

Lascia un commento

Top