Volley, Grand Prix – Final Six: l’Italia per fare lo sgambetto alle big. Tre grandi per il successo

Italycelebrates-1.jpg

L’Italia è sbarcata a Omaha (USA) dove da domani scatterà la Final Six del Grand Prix 2015 di volley femminile. La nostra Nazionale ha guadagnato la qualificazione al termine di tre weekend convincenti dove ha sconfitto Belgio (due volte), Giappone, Turchia e Repubblica Dominicana e perdendo solo contro colossi del calibro di USA, Cina, Brasile e Russia.

Saranno proprio le due finaliste dell’ultimo Mondiale e le Campionesse Olimpiche in carica a competere per il titolo, ricordando però che le asiatiche non porteranno nessuna titolare (scelta tecnica in vista della Coppa del Mondo che assegna i primi due pass per le Olimpiadi 2016) e che il Brasile si è diviso in due per disputare anche i concomitanti Giochi PanAmericani.

 

L’Italia parte sostanzialmente per giocarsela con Giappone e Russia, provando magari a fare qualche sgambetto alle tre big. Anche le azzurre sono prive di diverse big e questo torneo era servito fin dall’inizio proprio per provare nuove ragazze e tentare nuovi automatismi.

Ofelia Malinov in cabina di regia (ma sabato ha debuttato la 17enne Orro) è ormai diventata una certezza. Bisognerà trovare continuità da parte di Valentina Diouf mentre l’altro opposto Indre Sorokaite ha già alzato il rendimento. Di banda l’esperta Lucia Bosetti che era presente quando l’Italia conquistò l’ultimo podio nel 2010 insieme a Valentina Arrighetti, centrale capitana di questo nuovo gruppo. Scelta per completare il reparto schiacciatore e centrali con possibili ballottaggi, Monica De Gennaro libero indiscusso.

Si partirà contro la Russia che ci ha sconfitte venerdì a Catania, quando Bonitta optò per una formazione ulteriormente sperimentale. L’ultima partecipazione dell’Italia alla Final Six risale al 2013 quando a Saitama arrivò un mesto quinto posto, preludio del bruttissimo Europeo che, sostanzialmente, ci ha impedito di partecipare alla prossima Coppa del Mondo.

 

Naturalmente si recupereranno poi altre big in vista degli Europei e del torneo di qualificazione olimpica. Ma dal Nebraska passano diverse speranze di futuro italico. Nella nostra notte, sostanzialmente: l’Italia scenderà in campo prima della mezzanotte solo una volta e per ben due volte sarà impegnato alle 3 di notte. Sempre in diretta su Gazzetta TV per i nottambuli e per i veri fan di questa Italia, quarta agli ultimi Mondiali e con tanta voglia di fare bene.

 

Articoli correlati:

Grand Prix – Final Six: programma, orari e tv. L’Italia ci prova

 

(foto FIVB)

Tag

Lascia un commento

Top