VIDEO – Le medaglie italiane a Barcellona 2013: impresa Grimaldi, leggenda Cagnotto, sorpresa Pellegrini

1065949-17034638-640-360.jpg

A pochissimi giorni dall’inizio dei Mondiali di nuoto 2015 di Kazan, riviviamo in video le cinque medaglie italiane della scorsa edizione, disputata a Barcellona nel 2013. La spedizione azzurra vinse un oro (Martina Grimaldi nella 25 chilometri di fondo), tre argenti (Tania Cagnotto 1 metro, Tania Cagnotto-Francesca Dallapè 3 metri sincro e Federica Pellegrini 200 stile libero) e un bronzo (Gregorio Paltrinieri 1500 sl).

La gioia più grande è firmata dalla bolognese, bronzo olimpico in carica, che dopo aver fallito proprio l’assalto al podio nella 10 chilometri del porto catalano raccoglie tutte le energie e tutta la grinta rimasta per firmare l’impresa che vale l’oro nella maratona. Il copione si ripeterà poi l’anno dopo, agli Europei di Berlino: male nella 10 km e successivo trionfo nella 25. Martina Grimaldi, purtroppo, non potrà difendere il titolo a Kazan perché gareggerà solo nella 5 chilometri. Reduce da una stagione complicata, in primavera ha cambiato allenatore ed è decisa a ripartire da zero verso Tokyo 2020. Kazan 2015, per lei, sarà solo di passaggio, ma l’Italia coltiva comunque grandi ambizioni con il nuoto di fondo al femminile.

Reduci dalle lacrime per il quarto posto di Londra, Tania Cagnotto e Francesca Dallapè si presentano al via della finale 3 metri sincro mondiale con la consapevolezza di poter contare su un’arma fondamentale: la continuità. Dopo i Giochi infatti molte coppie sono cambiate e l’evento iridato post olimpico regala incertezza. Dietro alla Cina, e davanti al Canada delle giovanissime Abel e Ware, si infilano proprio le due azzurre, al secondo argento dopo quello di Roma 2009. E’ una medicina dolcissima dopo un anno ricco di dubbi. E ora si punta al tris.

Dopo l’argento nel sincro, Tania Cagnotto vive una giornata da (quasi) leggenda nella gara da 1 metro. La bolzanina è protagonista di una delle migliori gare della sua carriera, in totale controllo mentale e con voti costantemente sopra l’8. Addirittura le cinesi faticano a tenerle testa e, prima dell’ultimo tuffo, l’azzurra ha virtualmente al collo quello che sarebbe il primo oro di sempre per i tuffi italiani al femminile in un Mondiale. L’uno e mezzo rovesciato conclusivo, però, termina leggermente abbondante e He Zi vince per soli dieci centesimi. Ma Tania sorride: la perfezione non è cosa da umani.

Londra 2012 non aveva procurato ferite solo in Tania Cagnotto, due volte quarta per un soffio in quella che sarebbe dovuta essere l’Olimpiade della consacrazione. Ci si aspettava tantissimo anche da Federica Pellegrini, letteralmente frenata sia nei 200 stile libero che nei 400. E così dopo l’estate la veneta decide di concedersi una sorta di anno sabbatico, testando i 200 dorso e restando a disposizione per le staffette. I risultati, seppur non ottimi, sono buoni, ma ai Mondiali nessuno spera in lei. Che però, la sera prima delle batterie degli amati 200 sl, compie la mossa a sorpresa: è iscritta. Con che forma? Presto detto: mattinata ok, super semifinale e argento dietro a Missy Franklin in finale. La Divina è tornata: nel 2014 sarà oro europeo per la terza volta di fila, a Kazan insegue la sesta medaglia mondiale consecutiva nei 200 sl.

Infine, il predestinato. Gregorio Paltrinieri si era messo in luce agli Europei 2012 vincendo l’argento negli 800 stile libero e l’oro nei 1500 sl. Alle Olimpiadi di Londra, appena 18enne, aveva chiuso quinto dimostrando tutto il suo potenziale. Un anno dopo – con in mezzo l’argento iridato in corta poi diventato oro e poi tornato argento per via della squalifica revocata del danese Mads Glaesner – ecco la consacrazione. Bronzo nei 1500 stile libero con una gara da veterano, Sun Yang domina ma Greg pone le basi per il sorpasso. Avverrà a Kazan? Appuntamento tra meno di due settimane.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Fin/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top